L’osservazione si appunta sulla continuità o meno della debolezza del Biglietto verde. Nel cambio Eur/Usd i parametri su cui vagliare tale ipotesi sono ravvicinati.

WTI in segnaletica trasversale rialzista, in monitoraggio sulla sua capacità tattica di mantenere il passo rialzista.

Il rally post natalizio dell’ORO ripristina una segnaletica rialzista trasversale che interessa sia il quadro mensile che tattico del metallo giallo.

Eur/Usd

L’epilogo del 2017 porta con sé un momento di verifica sulle ulteriori intenzioni rialziste  di più ampio respiro del cambio.

Per il mese di gennaio 2018, l’osservazione si appunta sulla capacità o meno di sopravanzare l’area di 1,2090 raggiunta fugacemente in settembre.

QUADRO MENSILE

La chiusura di dicembre porta con sé nuovi elementi di valutazione inerenti al quadro più ampio del cambio, ricavato dalla dinamica mensile.

Il Trend/segnale mensile del cambio resta moderatamente rialzista, da 1,1375 del 28 giugno 2017, ma è l’approdo a 1,20 di fine dicembre a catalizzare l’osservazione, per vagliare la continuità o meno dell’indicazione moderatamente rialzista vigente da inizio estate 2017.

La questione che dirime a questo punto è se il cambio abbia o no la capacità di superare al rialzo 1,2092, massimo di settembre 2017. Nel momento in cui la risposta divenisse sì, assisteremmo ad un rinnovo di indicazione rialzista di calibro mensile, in continuità con il segnale già in corso, con l’unica incombenza di avvicinare lo stop protettivo a 1,1550, e rimandando la successiva osservazione a fine gennaio 2018.