Analisi della distribuzione dei flussi

La DF è in questo momento è leggermente rialzista, con tendenza al peggioramento: rating +1 per la curva USA e +1 per la curva euro.

Analisi economica di medio termine

L'input di fondo dell'analisi economica rimane rialzista per i mercati azionari, soprattutto americani, dove vediamo:

  • un'espressione coordinata della crescita sistemica,
  • una crescita regolare e apparentemente sostenibile dei profitti,
  • l'approvazione della riforma fiscale, che ha portato al 21% il livello del carico fiscale, cioè la corporate tax USA; tale riforma contiene anche misure che tendono a favorire il ritorno in patria dei 3.000 miliardi di dollari che le multinazionali americane attualmente detengono in piazze con tassazione più leggera.

Nei mercati europei la situazione è diversa, ma per effetto delle correlazioni economiche e di mercato anche i listini europei vengono spinti al rialzo.

Analisi economica di brevissimo termine

Sono in uscita oggi i dati USA sui prezzi al consumo (tasso di inflazione m/m) e vendite al dettaglio (m/m).

Consenso:

  • prezzi al consumo (m/m): 0,1
  • prezzi al consumo core, cioè al netto di alimentari ed energia (m/m): 0,2
  • vendite al dettaglio (m/m): 0,5
  • vendite al dettaglio core (m/m): 0,3.

Dati migliori del consenso (inflazione più bassa e vendite al dettaglio più alte) spingeranno al rialzo gli indici americani e, a trascinamento, quelli europei; tuttavia, essendo venerdì, dati molto positivi potrebbero essere il pretesto per una accelerazione rialzista seguito da una correzione. Dati peggiori del consenso potrebbero avere lo stesso identico effetto, magari con uno spunto rialzista meno accentuato e meno lungo. Possono svilupparsi in questi casi di dati multipli reazioni complesse sui mercati, soprattutto quando un dato è migliore e l'altro peggiore.