La mappatura del Trend/segnale mensile che l’analisi Candle Model censisce al momento sugli indici S&P 500, Dow Jones, Ftse Mib, Dax, Eurostoxx 50.

Quest’oggi passiamo in rassegna trasversale l’indicazione direzionale del più ampio quadro − quello mensile − di alcuni indici internazionali, al servizio del posizionamento di medio-lungo sugli stessi, tramite la rilevazione in continuo del segnale (Candle Model) che governa la visione strategica sugli stessi: un segnale soggetto al vaglio di conferma reiterato mese dopo mese, candela mensile dopo candela mensile, come l’analisi Candle Model prescrive − nella medesima modalità − sulle diverse scale temporali osservate, al servizio dei diversi orizzonti temporali ed approcci operativi organizzati sullo stesso e su molteplici strumenti finanziari.

In punto di distinguo rispetto ad altri approcci al concetto di lungo periodo, l’uso del segnale mensile nell’approccio Candle Model è sì al servizio della wiew operativa di lungo periodo, senza peraltro rimanerne prigioniero, in quanto l’indicazione direzionale Candle Model resta soggetta al vaglio di mantenimento o revisione ad ogni  nuova osservazione mensile, sempre affiancata dal presidio protettivo, che perimetra sempre anche qualsiasi scenario di lungo.

Nel solo scopo di rappresentare   lo spaccato operativo mensile/strategico  sugli indici qui osservati,  lasciamo fuori tutte le evidenze operative ricavabili dall’osservazione in quadro settimanale e/o più di breve sugli stessi.

QUADRO MENSILE

DOW JONES - L’esordio di giugno porta con sé il capolino del Dow Jones sopra il già massimo di inizio marzo 2017, a 21170, utile con la sua intercettazione rialzista del 2/6 a restituire l’orientamento rialzista al Trend/segnale mensile, solo temporaneamente interrotto dal 19 maggio, a 20805, rispetto ad un Trend/segnale che era stato continuamente rialzista sin dall’11 luglio 2016.