Accelerano ancora al ribasso i maggiori indici azionari italiani ed europei. Il Ftse Mib *perde l'1,06% e si riporta a 21.451 punti. In rosso anche il *Ftse Italia All Share (-1,08%) e il Ftse Italia Star (-1,49%). Male anche le altre borse europee con il Dax che cede lo 0,47%, il Cac 40 che perde l'1,1% e l'Ibex 35 che segna un ribasso dell'1,39 per cento. In rosso anche il Ftse 100 britannico (-1,01%).

All'attenzione ancora la *tensione sempre più forte tra Nord Corea e Stati Uniti *dopo che *Kim Yong *ha minacciato il lancio di quattro missili contro l'isola di Guam nel Pacifico che ospita basi militari USA ed è territorio statunitense. Il presidente Usa *Donald Trump *ha minacciato "fuoco e fiamme", generando l'ardita risposta di Pyongyang: "Gli Usa soffriranno una vergognosa sconfitta e un destino tragico e definitivo se persisteranno nelle loro avventure militari, sanzioni e pressioni". Kim ha fatto sapere che entro 5 giorni sarà pronto il piano di attacco a Guam in attesa dell'eventuale ordine del comandante supremo.

La Cina, il maggiore partner economico del Nord Corea, direttamente interessata dalla vicenda per via della contiguità territoriale, oltreché per questi legami, ha fatto sapere che in caso di un primo attacco coreano si manterrebbe neutrale, nonostante il trattato di difesa comune.
Questo da un lato isola Pyongyang, dall'altro rischia di complicare un eventuale intervento preventivo USA che anche a Washington è contemplato con molto timore per via del prevedibile elevatissimo numero di vittime, del probabile rischio di una attacco alla Corea del Sud e quindi dello sconvolgimento nell'area che chiamerebbe in causa anche Cina e Giappone.