Azimut Holding perde ulteriore terreno e scivola sotto il minimo di marzo a 15,33 euro, toccando quota 15,06. Una stabilizzazione al di sotto di questi livelli creerebbe le premesse per un affondo sui 13,60 di fine novembre 2016, con la concreta prospettiva di un test del minimo dell'estate 2016 a 12,43. Segnali di forza solo con superamento dell'ex supporto a 16,60 circa, prologo a un tentativo di attacco al massimo di inizio mese a 17,55.

(SF - www.ftaonline.com)