Petrolio: chiusura in rialzo venerdì scorso per le quotazioni dell'oro nero che si sono fermate a 44,74 dollari, in progresso dello 0,63%.

Giappone: conclusione positiva oggi per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 terminare gli scambi a 20.067,75 punti, in rialzo dello 0,62%.

Wall Street: chiusura contrastata venerdì scorso per la piazza azionaria americana dove i tre indici principali hanno terminato gli scambi preceduti da segni diversi. Il Dow Jones e l'S&P500 sono saliti dello 0,11% e dello 0,03%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 6.151,76 punti, in calo dello 0,22%.

Dati Macro ed Eventi Usa: non sono in agenda dati macro di rilievo in America dove si segnala un discorso di William Dudley, presidente della Fed di New York.

Dati Macro ed Eventi Europa: non sono in programma aggiornamenti macro e si segnala solo l'inizio delle negoziazioni sulla Brexit a Bruxelles.

Dividendi a Piazza Affari: è previsto lo stacco del dividendo di alcune blue chips e si tratta di Exor (0,35 euro), Poste Italiane (0,39 euro), Telecom Italia risparmio (0,0275 euro) e Terna (0,1339 euro).
A staccare la cedola saranno ancora alcuni titoli a piccola e media capitalizzazione e si tratta di Acea (0,62 euro), Autogrill (0,16 euro), Hera (0,09 euro) e Iren (0,0625 euro).