Petrolio: chiusura in rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono salite dello 0,6% a 63,91 dollari.

Wall Street: conclusione positiva ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono saliti rispettivamente dell'1,58% e dell'1,18%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 7.421,46 punti, in progresso dell'1,15%.

Dati Macro ed Eventi Usa: oltre all'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane, si segnala il dato preliminare degli ordini di beni durevoli che a gennaio dovrebbero calare del 2%, rispetto al rialzo del 2,8% precedente, mentre al netto della componente trasporti si stima una variazione positiva dello 0,2%, in frenata rispetto allo 0,7% di dicembre.

Per l'indice S&P Case-Shiller di dicembre le attese parlano di un rialzo su base annua del 6,3% rispetto al 6,4% precedente, mentre l'indice relativo alla fiducia dei consumatori a febbraio dovrebbe salire da 125,4 a 126 punti.
L'evento clou della seduta sarà l'audizione alla Commissione servizi finanziari della Camera del neo-presidente della Fed, Jerome Powell.

Risultati trimestrali Usa: da segnalare prima dell'avvio degli scambi i risultati degli ultimi tre mesi di Macy's e di Toll Brothers, dai quali ci si attende un utile per azione pari a 2,68 e a 0,61 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: si conoscerà l'indice relativo alla fiducia economica di febbraio che dovrebbe calare da 114,7 a 114 punti, mentre l'indice della fiducia delle imprese è visto in frenata da 8,8 a 8 punti e l'indice della fiducia servizi da 16,7 a 16,5 punti.
Per il dato finale della fiducia dei consumatori a febbraio è prevista una lettura a +0,1 punti, in linea con la lettura preliminare e in netta frenata rispetto alla versione definitiva di gennaio fermatasi a +1,3 punti.