Petrolio: chiusura in rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono salite dello 0,43% a 54,15 dollari.

Giappone: conclusione piatta oggi per la piazza azionaria nipponica che ha visto il Nikkei 225 fermarsi sulla parità a 22.011,61 punti.

Wall Street: chiusura debole ieri per la piazza azionaria americana dove i tre indici principali si sono fermati al di sotto della parità. Il Dow Jones e l'S&P500 sono scesi rispettivamente dello 0,36% e dello 0,32%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 6.698,96 punti, in frazionale calo dello 0,03%.

Dati Macro ed Eventi Usa: oltre all'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane, sarà diffuso l'indice relativo al costo dell'occupazione che nel terzo trimestre dovrebbe mostrare un rialzo dello 0,6% rispetto allo 0,5% precedente.

In calendario anche l'indice S&P Case Shiller che ad agosto è visto in salita del 6% su base annua rispetto al 5,8% precedente. mentre l'indice Chicago PMI di ottobre dovrebbe calare da 65,2 a 60 punti. Per l'indice della fiducia dei consumatori ad ottobre si stima un rialzo da 119,8 a 120,3 punti.

Risultati trimestrali Usa: da segnalare prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati degli ultimi tre mesi di Mastercard e di Pfizer che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,23 e a 0,65 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: oggi la Borsa tedesca rimarrà chiusa per via di una festività nazionale, mentre sul fronte macro è atteso il dato preliminare del PIL del terzo trimestre che dovrebbe salire dello 0,5% rispetto allo 0,6% del secondo trimestre. Per l'inflazione preliminare di ottobre si prevede su base annua una variazione positiva dell'1,4% in confronto all'1,5% precedente, mentre per la versione "core" si stima una conferma dell'indicazione di settembre pari a +1,4%.