Borsa italiana in verde, brilla FCA, bene i bancari: FTSE MIB +0,29%.

*Il FTSE MIB segna +0,29%, il FTSE Italia All-Share +0,23%, il FTSE Italia Mid Cap -0,21%, il FTSE Italia STAR -0,09%.

Mercati azionari europei in lieve progresso: *DAX +0,1%, FTSE 100 +0,1%, CAC 40 invariato, IBEX 35 +0,3%.

Future sugli indici azionari americani in rialzo dello 0,2-0,4 per cento. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente a Wall Street: S&P 500 +0,70%, Nasdaq Composite +0,81%, Dow Jones Industrial +0,81% (nuovi massimi storici per i tre indici).

Mercato azionario giapponese in flessione, il Nikkei 225 chiude a -0,24%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen termina a +0,46%, l'Hang Seng di Hong Kong a +0,94%.

Nuova accelerazione rialzista per FCA (+4% a 19,75 euro) che tocca il nuovo massimo storico a 19,93 euro in scia all'annuncio dello spostamento della produzione dei pickup Ram dal Messico a uno stabilimento a Warren, vicino a Detroit, con un investimento di circa un miliardo di dollari e la creazione di 2500 posti di lavoro. La mossa è finalizzata ad abbassare il rischio di vedere ridotti i margini sulla produzione messicana nel caso in cui il presidente Trump dovesse decidere l'uscita degli USA dal NAFTA, l'accordo di libero commercio tra i Paesi del Nord America, con conseguente aumento dei dazi sulle importazioni dal Messico. Il trasferimento dovrebbe permettere a FCA anche di approfittare del taglio delle tasse inserito nella riforma fiscale approvata negli Stati Uniti prima di Natale.

Bancari in ulteriore rialzo: l'indice FTSE Italia Banche segna +0,7%, l'EURO STOXX Banks +0,3%. In evidenza Banca MPS (+1,6%) che ieri ha collocato con successo un'obbligazione subordinata di tipo "Tier 2" a tasso fisso con scadenza a 10 anni (rimborsabile dopo 5), per un ammontare di 750 milioni di euro e spread di 500,5 punti base sopra il tasso swap a 5 anni. Bene anche Bper Banca (+1,3%), UBI Banca (+0,8%) e Banco BPM (+0,4%).