Borsa italiana poco sotto la parità: Ftse Mib -0,09%

*Il Ftse Mib segna -0,09%, il Ftse Italia All-Share -0,11%, il Ftse Italia Mid Cap -0,21%, il Ftse Italia Star -0,05%.

Mercati azionari europei negativi. *DAX -0,1%, FTSE 100 -0,3%, CAC 40 -0,4%, IBEX 35 invariato.

Future sugli indici azionari americani in ribasso dello 0,3 per cento circa. Le chiusure dei principali indici della seduta precedente a Wall Street: S&P 500 -0,02%, Nasdaq Composite +0,07% Dow Jones Industrial -0,10%.

Mercato azionario giapponese negativo: l'indice Nikkei 225 stamattina ha terminato a -0,63%. Borse cinesi incerte: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen chiude a -0,10% circa, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,5% circa.

*In verde STMicroelectronics (+1%). *Euronext ha comunicato che il titolo del produttore di chip rientrerà, a partire dal prossimo 18 settembre, nel paniere dei titoli dell'indice CAC 40, quello delle blue chip della borsa di Parigi. STM prenderà il posto di Nokia.

Positiva Ferrari (+1% a 91,90 euro) che prova a reagire, ma con poca convinzione, dopo il -6,91% accusato ieri dopo il report di Morgan Stanley. Gli analisti della prestigiosa investment bank americana hanno deciso di peggiorare radicalmente la raccomandazione sul titolo portandola da overweight a underweight, con target confermato a 100 dollari (83 euro circa al cambio attuale).

Acea (+1% a 12,80 euro) prova ad estendere il rialzo delle ultime sedute in scia alle dichiarazioni in audizione alla commissione ambiente della Camera dei deputati del presidente Luca Anzalone. Il manager ha affermato che la società è "ragionevolmente nella condizione di accantonare il piano di riduzione della pressione (dell'acqua, ndr) che avevamo annunciato e che poteva dare disagi ai piani alti e nelle parti alte della città". Il titolo si porta a ridosso degli ex supporti a 12,90/13,00 euro. In caso di superamento di questi ostacoli Acea potrebbe lanciare un attacco al massimo di metà luglio a 13,67, riferimento decisivo per assistere all'inversione della tendenza negativa in essere dal massimo pluriennale a 14,80 raggiunto a inizio giugno.