Borsa italiana positiva in avvio: FTSE MIB +0,48%.

*Il FTSE MIB segna +0,48%, il FTSE Italia All-Share +0,46%, il FTSE Italia Mid Cap +0,48%, il FTSE Italia STAR +0,58%.

Mercati azionari europei in verde*: DAX +0,8%, FTSE 100 +0,6%, CAC 40 +0,6%, IBEX 35 +0,7%.

*Future sugli indici azionari americani positivi: *S&P 500 +0,5%, NASDAQ 100 +0,5%, Dow Jones Industrial +0,6%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,26%, NASDAQ Composite +0,45%, Dow Jones Industrial +0,16%.

Mercato azionario giapponese in calo, il Nikkei 225 chiude a -0,43%. Borse cinesi toniche: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen termina a +0,80%, l'Hang Seng di Hong Kong a +2,27%.

Avvio di seduta incerto per i bancari dopo il netto calo di ieri. L'indice FTSE Italia Banche segna -0,2%. Acquisti su Bper Banca +0,2%, Banco BPM +0,6%, UniCredit +0,1%, Banca Carige +2,7%. In netta flessione Credito Valtellinese -5,5% (asta di volatilità), in attesa di notizie sull'aumento di capitale da 700 milioni di euro: la data più probabile per l'avvio dell'operazione è il 19 febbraio.

Positiva Atlantia (+1,6%) dopo che la Consob ha reso noto che il fondo TCI Fund Management ha incrementato la partecipazione nel gruppo delle infrastrutture al 5,05% (1,116% in diritti di voto e 3,934% in posizioni lunghe) dallo 0,9% circa di fine ottobre (in precedenza aveva il 2,7%). Atlantia è in attesa degli sviluppi relativi alla battaglia per Abertis: a breve dovrebbe arrivare l'ok della CNMV (la Consob spagnola) alla contro-offerta di ACS/Hochtief. Da quel momento scatteranno i 30 giorni di tempo per un rilancio da parte di Atlantia.

*In verde le utility Snam +1,9%, Terna +1,1%, Italgas +0,9%. Bene anche Recordati +1,8%, Leonardo +1,4%.