Il sistema bancario della Cina potrebbe non avere riserve sufficiali per sostenere le potenziali perdite che potrebbero scaturire dai crescenti rischi del settore del credito. A dirlo è il Fondo monetario internazionale (Fmi). Secondo l'istituto di Washington "detenere maggiori capitali rafforzerebbe il sistema bancario e la stabilità finanziaria" di Pechino. Gli asset delle banche cinesi ammontano a 34.700 miliardi di dollari, oltre il triplo rispetto agli 11.200 miliardi dell'output economico del Paese. Se le maggiori banche cinesi sono ben capitalizzate, ha spiegato l'Fmi, le medio-piccole potrebbero dovere invece avere la necessità di raccogliere più capitali.

(RR - www.ftaonline.com)