Enel Green Power ha rilevato negli Stati Uniti una piccola start-up, il cui valore d'acquisto non è stato indicato. Si tratta di una software house che si occupa di gestione di sistemi integrati tra batterie, fonti rinnovabili e rete, inclusi i servizi Btm (Behind The Meter) che consentono l’ottimizzazione dei consumi.
Per gli analisti di Equita SIM l'operazione è in linea con gli obiettivi di digitalizzazione del network annunciati da Enel nel piano strategico. In un mercato ormai in rallentamento sul fronte delle installazioni, la parola chiave rimane l’efficiantamento complessivo del network e degli impianti, integrazione ed espansione nei servizi, scopo che potrà essere raggiunto solo attraverso un rafforzamento dei software di gestione degli assets stessi.
Non cambia intanto la strategia di Equita SIM su Enel che resta un titolo da acquistare con un prezzo obiettivo a 4,7 euro.