ERG (+2,12%) si riaffaccia sui massimi di marzo a 19,73 euro. Dopo aver stemperato l'eccesso rialzista presente sui principali oscillatori grafici il titolo è tornato a crescere creando le premesse per un prolungamento del rialzo verso i record del 2006 a 23,20 circa. Sotto 18,57 rischio invece di discesa verso le ex resistenze in area 17.

(CC - www.ftaonline.com)