EUR/USD torna sui livelli più alti degli ultimi dieci giorni, riconquistando area 1,1850. Sembra dunque archiviata la fase di debolezza che ha schiacciato l'Euro sui minimi di agosto in area 1,167 con le quotazioni che si dirigono ora verso un importante ostacolo a 1,19 circa. Difficilmente questa resistenza potrà essere scardinata al primo tentativo ma la permanenza al di sopra di area 1,18, punto di passaggio della media mobile a 20 giorni, potrebbe offrire un ottima base dalla quale sferrare l'attacco risolutivo a 1,19 per target sui recenti massimi a 1,2092, circostanza che spianerebbe la strada a rialzi consistenti e duraturi. Nella direzione opposta discese sotto 1,17 anticiperebbero un nuovo test dei minimi di metà agosto, riferimento determinante che dovrà rimanere intatto per scongiurare una correzione più strutturata verso 1,1450 almeno, un livello praticamente coincidente al 38,2% di ritracciamento del rialzo partito all'inizio dell'anno

(CC - www.ftaonline.com)