In rialzo FCA (+1,1%) e CNH Industrial (+0,6%), probabilmente favorite dalle indiscrezioni del Washington Post secondo cui il presidente USA Donald Trump non ha dato l'autorizzazione definitiva alle sanzioni contro la Russia annunciate ieri. Su CNH si segnala anche la decisione della Corte Suprema USA sui benefit degli ex dipendenti, grazie alla quale il gruppo vedrà le proprie passività ridotte di 500-550 milioni di dollari (con un conseguente provento pre-tasse di pari importo).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)