La Financial Conduct Authority ha confermato di essere al corrente delle accuse e di avere avviato dei colloqui. Le accuse sono quelle di una manipolazione dei tassi di cambio rivelata da Bloomberg e che potrebbe fare impallidire anche il recente scandalo Libor. Il mercato dei cambi, il Forex, è infatti il più grande mercato del mondo e vale circa 4.700 miliardi di dollari di scambi al giorno con un numero indefinito di operatori e quattro protagonisti: Deutsche Bank, Citigroup, Barclays e Ubs. Questi quattro big del cambio da soli muoverebbero circa il 50% del business secondo Euromoney. Cinque traders interpellati da Bloomberg hanno affermato che ci sono state delle manipolazioni con l'obiettivo di aggiustare l'indice WM/Reuters dei cambi. Lo riporta stamane Il Sole 24 Ore. Finora si credeva che le dimensioni di questo mercato rendessero impossibile una sua manipolazione (e dei dubbi rimangano), ma dopo lo scandalo Libor sui tassi dei mutui "aggiustati" tutto appare possibile.

(GD)