Piazza Affari in forte recupero grazie all'allentamento dei timori di Brexit. Bancari in rally. Il Ftse Mib guadagna in questo momento il 2,57%, il Ftse Italia All Share il 2,47% e il Ftse Italia Star il 2,26%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 18 giugno:

Azimut

Azimut prolunga la reazione partita la scorsa ottava, da 16,35, e raggiunge dal basso gli ex supporti a 18,30 circa, minimi di maggio. La rottura della trend line che scende dai massimi di aprile, a circa 19 euro, darebbe la spinta necessaria ai prezzi per risalire la china verso il picco del 31 maggio a 20,40 circa, oltre il quale diverrebbe lecito sperare in un nuovo confronto con il massimo di aprile a 22,49. Sotto 16,35 via libera verso 15 circa. -Target: 22,49 euro -Negazione: 16,35 euro -RSI (14): neutrale

Mediobanca

Balzo avanti per Mediobanca, che si riaffaccia sopra i minimi di maggio a 6,21 circa. I supporti strategici in area 5,60 hanno respinto con forza le quotazioni che ora potrebbero dirigersi verso 6,50/6,60, media mobile a 20 giorni. Il mancato ritorno sopra 6,50/6,60 si configurerebbe invece come un return move, un movimento a testare dal basso un ex supporto che ora si ripresenta come resistenza. Una circostanza che può dar luogo a nuovi cali. Discese sotto 5,60 alimenterebbero poi una nuova corrente ribassista che porterebbe i prezzi a 5,96 e più in basso a 5,15/5,20. -Target: 6,60 euro -Negazione: 5,60 euro -RSI (14): neutrale

Generali

Generali riesce a dare seguito all'hammer disegnato giovedì da 11,27. La reazione ha ricondotto i prezzi a 12,40, per un test dal basso della linea che saliva dai minimi di febbraio, senza tuttavia inviare segnali credibili di ripresa. Solo oltre area 13 poi sopra 13,34 giungerebbero i primi indizi di miglioramento. Diversamente non potranno escludersi nuovi cali diretti verso i bottom di inizio anno a quota 10,90. -Target: 13,34 euro -Negazione: 11 euro -RSI (14): neutrale