Sugli scudi Cattolica Assicurazioni sulla scia dei titoli assicurativi. Il titolo supera quota 10 euro per la prima volta da agosto 2014 e tocca a 10,62 euro il massimo dal giugno dello stesso anno. Il titolo accelera dopo la rottura di una importante resistenza e in attesa del piano industriale che verrà presentato a fine mese. Cattolica era balzata in avanti a inizio ottobre sulla notizia dell'ingresso nel capitale di Berkshire Hathaway: il gruppo fondato dal guru degli investimenti Warren Buffett ha rilevato il 9,047% in mano a BP Vicenza in liquidazione. Ricordiamo anche a inizio novembre l'accordo bancassicurativo con Banco BPM. Osservando il grafico con un orizzonte temporale più ampio si può notare come i prezzi abbiano superato a metà ottobre la resistenza critica di quota 8,70, picco del 2015, e dopo averla testata nuovamente a fine anno in qualità di supporto, se ne siano allontanati risalendo oltre area 9,60. Questo tipo di comportamento, identificato dagli studiosi dei grafici come "return move", ovvero di riportarsi su di un livello tecnicamente rilevante dopo averlo superato per testarlo nuovamente ma con una funzione opposta a quella che aveva in precedenza, nel caso in questione da resistenza a supporto, conferisce maggiore autorevolezza al segnale ed anticipa di norma sviluppi importanti del trend che potrebbe estendersi fino agli ostacoli successivi posti in area 11/11,15, top di luglio 2014, poi a 11,90 circa. Sotto 9,60 il segnale rialzista perderebbe forza anticipando flessioni dirette verso i supporti a 9 e 8,80 euro.

(SF - www.ftaonline.com)