La borsa italiana accelera al ribasso nel finale: Ftse Mib -0,63%.

*Mercati azionari europei deboli. Wall Street in deciso ribasso: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,3%, Nasdaq Composite -0,9%, Dow Jones Industrial -0,3%. A Milano il Ftse Mib ha terminato a -0,63%, il Ftse Italia All-Share a -0,52%, il Ftse Italia Mid Cap a +0,15%, il Ftse Italia Star a +0,55%. Angela Merkel conquista il quarto mandato alla Cancelleria tedesca ma, come previsto, la vittoria è amara, visto che si accompagna al risultato più che positivo dell'Alternative für Deutschland (AfD, partito nazionalista e xenofobo), che conquista 94 seggi nel Bundestag, il Parlamento federale di Berlino.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata odierna segnaliamo che in Germania e' stato reso noto che l'indice IFO sul clima di fiducia delle imprese tedesche relativo al mese di settembre si e' attestato a 115,2 punti, inferiore alle attese degli analisti (pari a 116 punti) e alla rilevazione precedente fissata su un indice pari a 115,7 punti. L'indice IFO (aspettative) e' risultato pari a 107,4 punti (consensus 107,9 punti). L'indice IFO sulle condizioni attuali e' diminuito a 123,6 punti dai 124,7 punti rilevati in agosto. Il presidente della Bce Mario Draghi è intervenuto oggi al Parlamento Ue dichiarando che "l'espansione economica è ora stabile e ampia nella zona euro e nei vari settori. Il Pil reale è migliore del previsto nella prima metà del 2017, arrivando al 2,3%, anno su anno, nel secondo trimestre. L'economia della zona euro ha beneficiato di 17 trimestri consecutivi di crescita e le ultime informazioni indicano uno slancio che proseguirà nel prossimo periodo". Draghi ha poi aggiunto di essere fiducioso nel fatto che l'inflazione risalirà verso il target sottolineando però come la zona euro necessiti ancora di uno stimolo monetario molto significativo.