Seduta negativa per il Nikkei 225 che stamattina termina a 23940,78 punti, -0,76% rispetto alla chiusura precedente (24124,15). L'indice principale del mercato azionario giapponese corregge dopo il balzo di ieri ma senza annullare il segnale rialzista. I corsi restano pertanto ben posizionati per estendere la tendenza ascendente di fondo in direzione di 24750/24800 in prima battuta e quindi verso 25200/25500, dove troviamo il picco di ottobre 1991 e il lato alto del canale ipotizzabile da fine 2012. In ottica di medio termine l'obiettivo può essere individuato in area 27300, massimo di marzo '91. Discese sotto quota 23900 riporterebbero in condizioni di neutralità il quadro grafico di brevissimo periodo, mentre la violazione di 23500/23600 preannuncerebbe un test di 23380 (top del 9 novembre) e soprattutto delle ex resistenze di area 23mila (massimi allineati toccati più volte a dicembre). Al di sotto di questo ultimo sostegno significativo peggioramento tecnico di breve termine con rischio di assistere ad approfondimenti verso 22400/22500 e area 22mila, supporto strategico nel medio termine.

(Simone Ferradini)