Piazza Affari incerta: FTSE MIB +0,22%.

*Il FTSE MIB segna +0,22%, il FTSE Italia All-Share +0,22%, il FTSE Italia Mid Cap +0,10%, il FTSE Italia STAR +0,73%.

Mercati azionari europei poco mossi:* DAX -0,2%, FTSE 100 +0,2%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 -0,1%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sugli indici azionari americani sono in rosso: S&P 500 -0,8%, Nasdaq 100 -0,8%, Dow Jones Industrial -0,7%.

*Bancari incerti: l'indice FTSE Italia Banche segna -0,1% contro il -0,5% dell'EURO STOXX Banks. *In calo Mediobanca -1,5% e Intesa Sanpaolo -0,5%, mentre Banca MPS +0,8%, Banco BPM +1,1%, e Bper Banca (+1,7% a 4,62 euro, su cui Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy e incrementa il target da 5,60 a 5,90) guadagnano terreno.

La peggiore è Credito Valtellinese (-6,2%). Secondo indiscrezioni il cda della banca si riunirà in giornata per varare l'aumento di capitale da 700 milioni di euro, un'operazione definita iper-diluitiva dato che attualmente il CreVal capitalizza poco più di 100 milioni. La data probabile di partenza dell'operazione è quella di cui si parla da diverse settimane, ovvero lunedì prossimo 19 febbraio. Il Sole 24 Ore scrive che lo sconto sul Terp (Theoretical ex right price o prezzo teorico ex diritto di opzione) sarà contenuto e pari a circa il 15%.

*Recordati (+4% a 30,81 euro) *reagisce alle recenti massicce flessioni e tocca i massimi da venerdì grazie a Goldman Sachs che ha migliorato la raccomandazione da sell a neutral con target a 31 euro. Il titolo ha accelerato al ribasso la scorsa settimana in scia ai dati preliminari 2017 e soprattutto alla deludente guidance per il 2018, ed ha toccato ieri il minimo da fine febbraio 2017. Dai massimi di inizio anno il titolo è arrivato a perdere quasi il 25%.