Il Consiglio di Amministrazione di RCS MediaGroup si è riunito oggi sotto la presidenza di Urbano Cairo e ha approvato i risultati consolidati al 30 settembre 2017.

I ricavi netti consolidati di Gruppo al 30 settembre 2017 si attestano a 657,7 milioni di Euro, in flessione di 51,7 milioni rispetto al pari periodo 2016. Il calo si attesterebbe a 13,8 milioni escludendo dal confronto eventi disomogenei tra i quali principalmente la cessazione di alcuni contratti di raccolta pubblicitaria per conto di editori terzi (ricavi per 1,2 milioni nei primi nove mesi del 2017 rispetto a 22,8 milioni nei primi nove mesi del 2016), il diverso piano editoriale dei collaterali (-13,5 milioni) e la revisione della politica promozionale in Spagna (-2,5 milioni).

L'EBITDA dei primi nove mesi 2017, pari a 84,4 milioni, registra un miglioramento di 44 milioni più che raddoppiando rispetto ai 40,4 milioni al 30 settembre 2016. Il miglioramento è dovuto ai risultati positivi derivanti da un lato dall'attività di investimento sui contenuti editoriali, dal continuo arricchimento dell'offerta e dalla valorizzazione del portafoglio degli eventi sportivi e dall'altro al forte impegno sulla riduzione dei costi, che ha portato benefici per 47,8 milioni, di cui 30,8 milioni in Italia e 17 milioni in Spagna. Si segnala che nei primi nove mesi del 2017 gli oneri non ricorrenti ammontano a 0,9 milioni (10,6 milioni al 30 settembre 2016).

L'EBIT, pari a 47,1 milioni di Euro, è in miglioramento di 47,9 milioni, grazie agli andamenti sopra descritti e per minori ammortamenti per 3,9 milioni.

Il risultato netto di Gruppo è positivo per 19,8 milioni al 30 settembre 2017 rispetto al pari periodo del 2016, migliorando di 37,2 milioni (negativo per 17,4 milioni al 30 settembre 2016).