Ancora una seduta in progresso per Salvatore Ferragamo che, dopo aver chiuso la giornata di venerdì scorso con un rialzo di circa un punto percentuale, si è spinto in avanti per la terza sessione consecutiva. Il titolo, che ha messo a segno la seconda migliore performance tra le blue chips, ha terminato gli scambi a 22,35 euro, con un vantaggio dell'1,18% e circa 550mila azioni trattate, poco sopra la media giornaliera degli ultimi tre mesi.
Salvatore Ferragamo oggi ha guadagnato terreno, salendo in controtendenza rispetto al mercato, sulla scia delle sentenza del Tribunale di New York che ha confermato l'inibitoria nei confronti di 60 proprietari ignoti di profili illeciti. E' stato inoltre disposto il trasferimento alla società italiana di circa 150 nomi a dominio che usurpavano il marchio, ospitando siti web attivi nella commercializzazione di prodotti contraffatti.
Nella sentenza è stata riconosciuta la sussistenza di un ingente danno economico per Salvatore Ferragamo, stabilendo un indennizzo pari a 60 milioni di dollari.