Il CdA di Sesa S.p.A. riunitosi in data odierna ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione Consolidato al 31 luglio 2017, con risultati in crescita rispetto al 31 luglio 2016, grazie ad una maggiore focalizzazione sulle aree a valore aggiunto del mercato italiano dell'IT.

  • Ricavi e Altri Proventi consolidati Euro 316,9 milioni (+7,3% vs Euro 295,3 milioni al 31 luglio 2016)
  • Ebitda consolidato Euro 13,1 milioni (+3,0% vs Euro 12,7 milioni al 31 luglio 2016)
  • Ebit consolidato Euro 10,2 milioni (+11,2% vs Euro 9,2 milioni al 31 luglio 2016)
  • Utile Netto consolidato Euro 6,0 milioni (+15,1% vs Euro 5,2 milioni 31 luglio 2016)
  • Utile Netto consolidato di competenza degli azionisti Euro 5,5 milioni (+12,7% vs 31 luglio 2016)
  • Posizione Finanziaria Netta (Debito Finanziario Netto) consolidata passiva per Euro 6,6 milioni, (in miglioramento vs Euro 12,7 milioni al 31 luglio 2016)
  • Patrimonio Netto Consolidato pari ad Euro 204,7 milioni

"In una fase di profonda trasformazione del mercato, in cui si evolve la modalità di fruizione della tecnologia ed i nuovi trend digitali in maniera pervasiva impattano su processi di produzione, organizzazione del lavoro e collaborazione tra persone, la missione del nostro Gruppo resta quella di affiancare i propri clienti a lungo termine, abilitandoli nel proprio percorso di innovazione. Il Gruppo conferma un posizionamento di mercato volto a supportare le nuove sfide dell'evoluzione tecnologica a vantaggio della clientela, in mercati che necessitano di crescente specializzazione e focalizzazione su servizi ed innovazioni a valore" ha affermato Paolo Castellacci, Presidente e fondatore di Sesa.

"In una fase di evoluzione del mercato e delle dinamiche competitive di canale, il Gruppo Sesa fondato sulle competenze delle proprie risorse umane e gli investimenti di lungo periodo in innovazione tecnologica, chiude il primo trimestre dell'esercizio 2018 con una dinamica positiva dei principali indicatori economici e finanziari. Alla crescita hanno contribuito le acquisizioni societarie realizzate nell'ultimo biennio, in aree di sviluppo strategico, che il Gruppo ha avuto la capacità di integrare in modo profittevole nel proprio business model, identificando nella crescita esterna una leva di sviluppo che potrà essere ulteriormente azionata nei prossimi trimestri in base alla capacità di identificare target industrialmente integrabili con il Gruppo" ha affermato Alessandro Fabbroni, Amministratore Delegato di Sesa.