La Borsa di New York ha aperto la seduta in leggero calo. Il Dow Jones cede lo 0,1%, l'S&P 500 lo 0,15% e il Nasdaq Composite lo 0,1%.
Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 6 ottobre si sono attestate a 243 mila unità, inferiori alle attese (251 mila) e al dato della settimana precedente (258 mila). Il numero totale di persone che richiede l'indennità di disoccupazione si attesta a 1,889 milioni, di poco superiore a 1,921 milioni della rilevazione precedente.
Il Dipartimento del Lavoro ha comunicato che l'indice grezzo dei prezzi alla produzione ha evidenziato, nel mese di settembre, un incremento dello 0,4% su base mensile dopo l'incremento dello 0,2% della rilevazione precedente. Su Base annuale il PPI è salito del 2,6% (consensus +2,5%). L'indice core (esclusi energetici ed alimentari) e' cresciuto dello 0,4% su base mensile (consensus +0,2%). Su base annuale, l'indice Core ha fatto segnare un incremento pari al 2,2%, superiore alla rilevazione precedente e alle attese (entrambe fissate al +2%).

Tra i titoli in evidenza JP Morgan Chase -0,2%. La banca d'affari ha annunciato di aver registrato nel terzo trimestre un utile netto in crescita a 6,73 miliardi di dollari (1,76 dollari per azione) da 6,29 miliardi dello stesso periodo di un anno prima. Gli analisti avevano previsto un Eps a 1,65 dollari. A deludere è stata l'attività di trading.
Domino's Pizza -5%. Il gruppo della ristorazione ha chiuso il terzo trimestre con un utile per azione adjusted a 1,27 dollari su ricavi per 643,6 milioni. Gli analisti avevano previsto un Eps a 1,23 dollari su ricavi per 628,4 milioni. Le vendite a perimetro costante sono cresciute dell'8,4% contro il +6,5% del consensus.