EUR/USD

RSS

EUR/USD: Major Pairs, tra le principali coppie valutarie del Forex

Le Major Pairs, altrimenti conosciute come le principali coppie valutarie del mercato Forex, sono quei rapporti valutari fondamentali, in cui uno dei due elementi del cambio è il dollaro.
Le Major Pairs principali sono 4 (EUR/USD, USD/JPY, GBP/USD, USD/CHF), cui si aggiungono altre 3 Majors, definite Currency Pairs, aventi elevata correlazione con l'andamento delle materie prime quotate (AUD/USD, USD/CAD, NZD/USD).

L’origine del cambio EUR/USD

Nonostante sia diventata forse la valuta più influente del mercato valutario, la storia della coppia euro/dollaro (spesso chiamata con il nome di Fiber) è di recente creazione ed inizia alla fine del 20esimo secolo, con l’entrata in vigore della moneta unica nel sistema dell’Eurozona. La prima idea di moneta consolidata ed unica per i Paesi d’Europa nasce nel 1995, appare per la prima volta nel gennaio 1999 ed entra ufficialmente in circolazione nel 2002.

Prima dell’arrivo dell’euro, il sistema economico europeo si basava su monete nazionali di differente forza, la più influente delle quali era rappresentata dal marco tedesco. Nella scelta di quale fosse il valore da attribuire all’euro e quale, dunque, il rapporto specifico con le altre valute, l’effettivo valore di cambio venne stabilito basandosi sia sulla divisa tedesca, sia, più in generale, su un paniere di valute degli Stati Membri.

EUR/USD valori massimi e minimi

Il primo scambio EUR/USD della storia si è avuto dopo il gennaio 1999 ad un livello di 1,1795, scendendo in maniera rilevante di valore in poco tempo. Nel 2002, la coppia valutaria raggiunse il livello di 0,8907, dopo un picco minimo a 0,8225 nell’ottobre 2000. Nel novembre 2002 il cambio euro/dollaro aveva raggiunto la parità ad 1,00, iniziando poi la salita della moneta unica nei confronti del biglietto verde.
Il livello massimo raggiunto dal cambio è stato quelli del luglio 2008, a seguito della crisi dei sub-prime, a quota 1,6037; il sopraggiungere della crisi europea (e greca) del giugno 2010 ha portato tale livello a 1,1875.

Ad oggi il cambio EUR/USD è il più osservato del mercato, per comprendere come si muova l’economia occidentale dalla contrapposizione dei due blocchi europeo e statunitense.

Per maggiori informazioni: EURUSD


Analisi Ciclica sull’Eur/Usd

Vediamo di fare un’Analisi Ciclica sul cambio Eur/Usd (in realtà il future sull’Eurodollaro) per capire i potenziali sviluppi per i prossimi giorni.

Analisi Ciclica sull’Eur/Usd







Le incognite di fine anno per i mercati

Berlino e Washington rappresentano le incertezze più immediate. Cosa aspettarsi sui mercati? La risposta di Vincenzo Longo Market Strategist di IG.

Le incognite di fine anno per i mercati

Forex: analisi tecnica della giornata

EUR/USD non è riuscito a raggiungere la resistenza 1.1878 (12/10/2017 max). Supporto individuato a 1.1554 (07/11/2017 min).

Forex: analisi tecnica della giornata

Avvio positivo a Piazza Affari

L'indice Ftse mib segna un +0,22% a 22.238 punti, mentre l'All Share segna un +0,23% a 24.545 punti.

Avvio positivo a Piazza Affari

Avvio in rosso per Piazza Affari

L'indice Ftse mib segna un -0,56% 21.968 punti, mentre l'All Share registra un -0,47% a 24.255 punti.

Avvio in rosso per Piazza Affari

Forex: analisi tecnica della giornata

EUR/USD non è riuscito a raggiungere la resistenza 1.1878 (12/10/2017 max).

Forex: analisi tecnica della giornata

Avvio positivo a Piazza Affari

L'indice Ftse Mib segna un +0,27% a 22.266 punti, mentre l'All Share registra un +0,25% a 24.545 punti.

Avvio positivo a Piazza Affari

EUR/USD: prezzi respinti dalla prima resistenza

Confermiamo resistenze a 1.1785 e 1.1810 ed obiettivi ribassisti a 1.1750 e 1.1735.

EUR/USD: prezzi respinti dalla prima resistenza

Focus EurUsd

Dopo aver toccato i massimi di periodo l’8 agosto spingendosi fino in area 1,2100, il cambio EurUsd ha iniziato una fase ribasso.

Focus EurUsd
apk