Ftse Mib

RSS

FTSE MIB, l’indice italiano

FTSE MIB è l’acronimo di Financial Times Stock Exchange - Milano Indice di Borsa, ed è il paniere più rappresentativo del comparto azionario di Borsa Italiana Spa, nonché benchmark italiano di riferimento. Il FTSE MIB racchiude al suo interno i titoli con il maggior livello di capitalizzazione delle società italiane ed estere presenti sul mercato italiano.

Le origini del FTSE MIB

La nascita dell’indice avviene in seguito alla fusione tra Borsa Italiana e London Stock Exchange, che, uniti, hanno creato il London Stock Exchange Group. Il FTSE MIB è attivo sui mercati dal primo giugno 2009 ed include al suo interno circa l’80% del totale della capitalizzazione dell’azionariato italico.
I massimi dell’indice sono stati toccati nel settembre 2009 (al di sopra di 23.400), mentre i minimi sono stati raggiunti nel luglio 2012 (al di sotto dei 12.300), a seguito dell’inasprirsi della crisi italiana ed europea.

Selezione dei titoli e dividendi

L'Indice FTSE MIB calcola la performance dei migliori titoli quotati sul mercato italiano, selezionandone 40 da ponderare all’interno dell’indice. Ogni titolo viene valutato per dimensione, liquidità e settore d’appartenenza e ponderato in base alla capitalizzazione di mercato corretta per i componenti rispetto al flottante.

L’investimento sul paniere avviene attraverso l’acquisto di quote o lotti del fondo. I dividendi corrisposti dall’indice FTSE MIB sono il valore cumulato dei dividendi ordinari pagati dalle singole società incluse in esso e spettano ad ogni investitore in proporzione alla quota di partecipazione investita.

Composizione e titoli del Ftse MIB

A comporre l’indice FTSE MIB concorrono i seguenti titoli (dati di ottobre 2016):

A2A
Atlantia
Azimut Holding
Banca Mediolanum
Banca Monte Paschi Siena
Banca Pop Emilia Romagna
Banca Pop Milano
Banco Popolare
Brembo
Buzzi Unicem
Campari
Cnh Industrial
Enel
Eni
Exor
Fiat Chrysler Automobiles
FinecoBank
Generali
Intesa Sanpaolo
Leonardo - Finmeccanica
Luxottica
Mediaset
Mediobanca
Mediolanum
Moncler
Poste Italiane
Prysmian
Recordati
Saipem
Salvatore Ferragamo
Snam
Stmicroelectronics
Telecom Italia
Tenaris
Terna - Rete Elettrica Nazionale
Ubi Banca
Unicredit
Unipol
Unipolsai
Yoox Net-A-Porter Group

Per maggiori informazioni: FTSE MIB









Eni: il greggio debole è una zavorra, ma i broker restano buy

Comincia bene a Piazza Affari la settimana di Eni, che trae profitto insieme a tutto il comparto petrolifero milanese dal recupero del Brent.

Eni: il greggio debole è una zavorra, ma i broker restano buy

Il mercato europeo è pronto per un boom. Ecco come approfittarne

Dalle pagine di MarketWatch (gruppo Wall Street Journal) arrivano 4 regole per approfittare di un potenziale "boom estivo" dei mercati dell'eurozona.

Il mercato europeo è pronto per un boom. Ecco come approfittarne

Avvio positivo a Piazza Affari

L'indice Ftse Mib segna un +1,14% a 21.071 punti, mentre l'All Share registra un +1,02% a 23.296 punti.

Avvio positivo a Piazza Affari

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere

Il FtseMib disegna una black spinning top che archivia la terza seduta negativa nelle ultime 4.

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere

Ftse Mib: sul filo del supporto

Il Ftse Mib  ha chiuso la seduta a 20.833 punti, registrando un -0,46%. Il bilancio settimanale è pari ad un -0,51%.

Ftse Mib: sul filo del supporto

FtseMib: che fiacca!

Settimana ancora all'insegna della debolezza per il nostro indice domestico che, seppur risorgendo dall'ennesimo test degli importanti supporti di area 20.500 punti, ancora una volta non ce la fa a confermarsi con forza e veemenza oltre il livello spartiacque dei 21.000.

FtseMib: che fiacca!

Attenti al trend

Cosa accade, sempre e invariabilmente, dopo un processo lungo di lateralizzazione sui mercati? Risposta semplice: la partenza di un trend.

Attenti al trend

FTSE/MIB ancora in gabbia

Da qualche settimana è diventato davvero difficile riuscire a comprendere l'impostazione del mercato azionario italiano.

FTSE/MIB ancora in gabbia
apk