PIL

RSS

PIL, Prodotto Interno Lordo

Il PIL è l'acronimo di Prodotto Interno Lordo, ovvero la somma dei valori di n prodotti e/o servizi (PIL = C + G + I + (X-M). La lettera C è rappresentata dai consumi finali, G è inteso per la somma della spesa dello Stato, I sta per gli investimenti privati, la lettera X indica il valore delle esportazioni, mentre M indica il valore delle importazioni.

Il PIL viene denominato in inglese Gross Domestic Product, GPD.

  • Prodotto: indica i beni e servizi che sono fonte di valore nel processo di scambio.

  • Interno: specifica che le attività economiche si svolgano nello stesso paese.

  • Lordo: si riferisce al valore della produzione che è al lordo dell'ammortamento, riferendosi esclusivamente alle transazioni legali in denaro.

Simon Kuznets, il padre del PIL

Nel 1937 l'economista americano di origini bielorusse, Simon Kuznets (1901-1985), elaborò il concetto di PIL. In seguito al periodo di crisi, dovuta alla grande depressione degli anni'30, l'economista Simon Kuznets, formulò il misuratore numerico, che era in grado di indicare lo stato di salute di un determinato tipo di economia, in maniera semplice e veloce.

La funzione del PIL

Il PIL è un misuratore basilare che viene utilizzato in macroeconomia, come indicatore per stabilire l'orientamento della politica economica. E' considerato il miglior benchmark della ricchezza materiale di un paese, determinandone la crescita reale.

Più precisamente, l'indicatore economico individua il valore complessivo di tutti i beni e servizi finali, che una determinata nazione riesce a produrre nell'arco temporale. Generalmente esso viene calcolato su base annuale o trimestrale.

Il valore positivo del PIL indica una crescita economica, mentre la contrazione economica rileva un valore negativo.

Dal conteggiato il PIL è possibile definire il reddito medio per cittadino, che sta ad indicare il benessere medio pro capite. Il calcolo si ottiene dal rapporto del valore del PIL con la somma della popolazione del paese di riferimento.

Tuttavia il PIL non tiene conto di diversi fattori , che di conseguenza non vengono calcolati come ad esempio l'economia sommersa, l'economia non di mercato, i costi ambientali, il declino sociale (crimini) ed altro.

Le metodologie per calcolare il Prodotto Interno Lordo

Esistono tre diversi criteri per computare il PIL: Metodo del Valore Aggiunto, Metodo dei Redditi e il Metodo della Spesa.

Il conteggio del PIL

Il Prodotto Interno Lordo può essere rilevato in termini reali (di un determinato anno) oppure in termini nominali (nel valore espresso nella moneta attuale dei prezzi correnti), mentre il suo valore viene generalmente formulato nella valuta nazionale. I dati del PIL vengono comunicati in termini di variazione di percentuale.

Dividendo il PIL Nominale con il PIL Reale si ottiene il deflatore del PIL. Il deflatore del Pil è un misuratore economico che è in grado di rilevare la variazione dei prezzi di tutti i beni prodotti.

Per maggiori informazioni: PIL


L'ultimo messaggio di Borsellino: indagare su mafia e affari

A 25 anni dalla morte del giudice nella strage di via D'Amelio, la mafia delle stragi è forse sconfitta, ma non il potere economico delle cosche.

L'ultimo messaggio di Borsellino: indagare su mafia e affari







Il Giappone è tornato a correre. Ma domani potrebbe cadere

Il Giappone è tornato. Almeno parrebbe, stando ai numeri che arrivano dal gigante nipponico, dopo anni di stasi.

Il Giappone è tornato a correre. Ma domani potrebbe cadere

Diario di un trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

La scorsa settimana ha visto un saldo positivo sia nell’ultima seduta, che per Piazza Affari si è chiusa con il segno più, sia per l’intero saldo settimanale, in vantaggio dello 0,43% rispetto all’ottava precedente.

Diario di un trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Mercati: il mese di giugno sarà decisivo. Ecco perchè

Mercati in calo in questa seconda seduta di maggio: le attese per la riunione della Fed e, sullo sfondo, l'aumento delle tensioni tra Ue e GB in vista di una Brexit che sembra essere più difficile del previsto. La view di Filippo Diodovich Market Strategy per IG

Mercati: il mese di giugno sarà decisivo. Ecco perchè

Il piano dietro l'Europa: il cavallo di Troia di austerity e NPL

Il grande progetto della casa comune europea con il passare del tempo mette in luce costi e soprattutto dazi da pagare per i Paesi con elevato debito pubblico. Austerity e NPL rappresentano l'aspetto più evidente che analizziamo qui.

Il piano dietro l'Europa: il cavallo di Troia di austerity e NPL

Diario di un trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Il bilancio settimanale può finalmente vantare, a Piazza Affari, un saldo positivo del 4,4% anche se l'ultima seduta ha visto un risultato negativo.

Diario di un trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Turismo: l'Europa domina, ma è cominciato il secolo dell'Asia

Secondo il rapporto annuale del WEF sulla competitività globale nel settore Viaggi e Turismo, cresce la voglia di Oriente. Italia ottava.

Turismo: l'Europa domina, ma è cominciato il secolo dell'Asia

Debito pubblico Italia: e se non ci fosse stato l'Euro?

Molte testate accusano l'Euro per la perdita di competitività dell' Italia, ma quali conseguenze ci sarebbero state con la cara vecchia Lira italiana?

Debito pubblico Italia: e se non ci fosse stato l'Euro?

5 buone ragioni per comprare sulle borse europee nel 2017

E' un'idea che si sta diffondendo: la sottoperformance delle azioni europee rispetto ai titoli americani potrebbe terminare nel 2017.

5 buone ragioni per comprare sulle borse europee nel 2017
apk