Tapering

RSS

Tapering, la riduzione degli stimoli monetari

Con il termine tapering si indica la progressiva riduzione degli stimoli monetari concessi da una banca centrale all’economia (o al sistema bancario) del proprio Stato, che rientra progressivamente all’interno di un sistema economico indipendente.

La celebrità del tapering

L’inizio della fama parola tapering è da ricercarsi nel maggio del 2013, quando la banca centrale statunitense ha previsto un piano di riduzione degli stimoli monetari legati al Quantitative Easing (che immetteva 85 miliardi di dollari ogni mense, 40 tramite titoli garantiti da ipoteca, 45 tramite riacquisto di Treasuries).
L’allora Presidente della FED, Ben Bernanke, ha annunciato in una audizione al Congresso degli Stati Uniti che un progressivo miglioramento dell’economia a stelle e strisce (con target di disoccupazione al di sotto del 6,5%) avrebbe portato ad un taglio del l’ammontare di titoli di Stato acquistati pari a10 miliardi di dollari, proseguendo via via così fino ad esaurimento.

Dal dicembre 2013 il tapering ha effettivamente iniziato la propria attività, operando una prima diminuzione a dicembre 2013 e portandosi a 65 miliardi mensili nel gennaio 2014. Si prevede che le operazioni di tapering si concluderanno entro il dicembre 2014.

Tapering, gli effetti contrari

Il tapering è stato definito come un processo fisiologico obbligatorio, necessario a porre fine ad interventi di politica monetaria molto espansivi, volti ad evitare il rischio di rigonfiamenti del mercato e di bolle finanziarie.

Il sopraggiungere del tapering, ovvero l’avvicinarsi di un termine nelle politiche di allentamento monetario, costituisce un problema per i mercati finanziari, abituati a quantitativi di liquidità via via crescenti e beneficianti di un clima di fiducia che spinge gli investitori a scommettere anche su categorie di investimento più volatili.
Tra le maggiori aree di impatto di una politica di tapering vi è quello sul settore valutario del Forex.

Per maggiori informazioni: TAPERING


BCE verso chiusura dei rubinetti: quando e come accadrà?

Dopo il meeting di ieri il focus dei mercati si sposta sulla riunione di fine ottobre, quando l'Eurotower annuncerà l'avvio del tapering. Le attese degli analisti sulle prossime mosse della BCE.

BCE verso chiusura dei rubinetti: quando e come accadrà?







Draghi spinge le Borse e allontana la paura del tapering

La decisione di allungare la durata del QE a fine 2017, con acquisti ridotti però da aprile, mostra un atteggiamento ancora accomodante della BCE. I mercati azionari apprezzano, mentre affonda l'euro.

Draghi spinge le Borse e allontana la paura del tapering

Nuovi allarmi sulla crescita mondiale

Nuovi allarmi sulla crescita mondiale. Le parole in arrivo da Washington, dove si stanno svolgendo le riunioni del FMI, non hanno nulla di rassicurante sul futuro della crescita mondiale.

Nuovi allarmi sulla crescita mondiale

Tutto è possibile: prepariamoci a un euro-dollaro anche a 0,90

Il mondo attende lo scongiurarsi della possibile guerra in Ucraina, sui mercati,, si svolge un'altra guerra, quella valutaria.

Tutto è possibile: prepariamoci a un euro-dollaro anche a 0,90

QE: tutti gli allarmi che nessuno dice

QE giace dopo un lungo tapering. Ne danno il triste annuncio dalla Fed. Taglio voluto praticamente all’unanimità e solo con un voto contrario.

QE: tutti gli allarmi che nessuno dice

Fed: QE in chiusura? Ecco il portafoglio giusto!

Inizia oggi la riunione più importante dell’anno per i membri della Federal Reserve. Se tutto va come dovrebbe andare e la Fed dovesse annunciare la fine del QE, i mercati si troverebbero scoperti dopo 37 mesi di iniezioni e acquisti.

Fed: QE in chiusura? Ecco il portafoglio giusto!

QE3: è arrivata la sua fine? Il vero rischio è se prosegue...

Stop con la moneta, stampa di nuova moneta o prosecuzione della fase intermedia. Le posizioni a riguardo sono varie e mirano ad un unico obiettivo comune: la ripartenza dell’economia.

QE3: è arrivata la sua fine? Il vero rischio è se prosegue...

Piazza Affari a tutta volatilità

Seduta volatile, molto, quella che oggi si sta verificando a Piazza Affari che da un’apertura in territorio negativo ha scelto di puntare al +2% in metà mattinata e poi scendere poco sotto l’1, per ritornare in auge verso il 2,4%.

Piazza Affari a tutta volatilità

Una gallina dalle uova (ancora) d'oro

Per quale motivo l'oro costa così poco, proprio quando l'incertezza generale giustificherebbe l'esatto contrario? A risponderci è Carlo Alberto De Casa analista dei mercati valutari nonchè responsabile marketing di ActivTrades.

Una gallina dalle uova (ancora) d'oro
apk