• Milano
    • New York
    • Tokyo
  • PETROLIO
  • GAS NATURALE
  • ORO
  • NIKKEI
  • SP500

Banca Mps

RSS

MPS, Monte dei Paschi di Siena S.p.A. è una tra le più antiche banche italiane, nata come monte di pietà. Il gruppo è attivo nei tradizionali servizi bancari, inoltre, si occupa anche del Private banking offrendo i servizi che spaziano dalle assicurazioni alle gestioni patrimoniali. E' attiva anche nel ramo della finanza d'impresa con i servizi di consulenza finanziaria e di project finance.

Le sue origini risalgono al 27 febbraio del 1472, quando venne fondato il Monte Pio, per mano del Consiglio Generale della Repubblica, avente lo scopo di aiutare le realtà agricole di quel periodo, garantendo dei prestiti con dei tassi minimi al 7,5%.

Nel 1557 Cosimo dei Medici, duca di Firenze, ebbe in feudo lo Stato senese, e nel 1568 il Monte Pio poté riprendere la sua attività creditizia, con un nuovo statuto. Nel 1624 cambiò la sua denominazione in Monte dei Paschi di Siena, il quale era gestito da otto cittadini nobili, che concedevano crediti, vincolando a titolo di garanzia le rendite dei pascoli maremmani detti dogana dei Paschi.

Nel 1739 la Toscana andò alla dinastia dei Lorena, i quali passarono l'amministrazione dei Paschi sotto il controllo del governo. Nel 1833 il Monte fondò anche una Cassa di risparmio e approvò un un nuovo statuto emettendo anche i Buoni agrari, che fungevano da denaro. Nell'arco degli anni successivi aprì le proprie sedi a Lucca, Firenze e in molte altre città, tanto che con il decreto legge del 1936 il Monte e la Cassa di Risparmio si fondarono in un'unica entità.

Nel giugno del 1999 MPS viene quotata a Piazza Affari e continua l'espansione attraverso varie acquisizioni (Banca del Salento, Banca Agricola Mantovana).

Nel 2007 Banca Monte dei Paschi di Siena acquisisce da Banco Santander la banca Antonveneta (esclusa la controllata Interbanca) per circa 10 miliardi di euro (Santander compra Antonveneta, qualche mese prima per per 6,6 miliardi di euro). Questa infelice operazione porta progressivamente in crisi la MPS e la Fondazione Mps suo principale azionista. Nel 2011 MPS chiude il proprio bilancio con una perdita di 4,69 miliardi di euro.

Nel aprile 2012 viene nominato il nuovo Presidente di MPS Alessandro Profumo e viene approvato un nuovo piano industriale, che prevede una forte riduzione del personale: 3.000 adetti nel 2013 (nel 2010 contava circa 30.000 dipendenti) e la chiusura di 400 filiali entro il 2015.

Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. ha la propria sede principale a Siena in Piazza Salimbeni, 3 ed è quotata in borsa nel segmento MTA, con il simbolo BMPS. Il gruppo chiude il 2012 con una perdita di 3,17 miliardi di euro.

Per info: MONTE DEI PASCHI DI SIENA

Titoli nel mirino. Ecco cosa si muoverà il 24 aprile in Borsa

Titoli nel mirino. Ecco cosa si muoverà il 24 aprile in Borsa

Mps, Generali, Saipem e Indesit. Ecco alcuni titoli che potrebbero reagire alla tornata di notizie e di indiscrezioni che li vede protagonisti.

A Piazza Affari l'attenzione è concentrata su Mps, Generali, Saipem e Indesit. Ecco, secondo la rassegna di Reuters, i principali possibili movimenti attesi [...]

Bca MPS sale dopo avvio negativo. Invariato l’investment case

Bca MPS sale dopo avvio negativo. Invariato l’investment case

Il titolo ha registrato una sbandata iniziale dopo l’approvazione da parte del Cda dell’incremento dell‘aumento di capitale da 3 a 5 mld di euro. Equita SIM non è preoccupata e conferma il “buy” su Bca MPS.


Piazza Affari sorprenderà ancora prima del lungo ponte?Piazza Affari sorprenderà ancora prima del lungo ponte?

Anche la prossima seduta vedrà l’attenzione rivolta ad alcuni dati macro Usa e a numerose trimestrali societarie. In Europa si guarderà alla Francia e alla Germania, mentre a Piazza Affari sarà sotto i riflettori Banca MPS.

Lo spettro di una ricapitalizzazione più pesante affonda Bca MPSLo spettro di una ricapitalizzazione più pesante affonda Bca MPS

Il titolo dopo il forte ribasso di ieri subisce un attacco ribassista ancora più pesante oggi, complici i timori di un aumento di capitale da 5 miliardi di euro rispetto ai 3 indicati. Negativa la view delle banche d’affari tra le quali fa eccezione solo Equita SIM.

Piazza Affari: portafoglio ideale con e senza QE della BcePiazza Affari: portafoglio ideale con e senza QE della Bce

La Bce ha finalmente ammesso i pericoli della lowflation, la prolungata e inaspettata bassa inflazione. Da qui l'intenzione, dichiarata, di aiutare l'economia. Intanto, però, solo parole. Quindi? Quindi meglio prepararsi a tutte le opzioni ovvero: intervento della Bce e soprattuto NON intervento Bce. Perchè al giorno d'oggi non si sa mai...