General Mills

RSS

General Mills, multinazionale del settore alimentare

General Mills è una società multinazionale americana, operante nel settore alimentare, per la produzione e la vendita di prodotti cerealicoli, snack, latticini e pasti pronti.
Il gruppo è presente in 15 paesi e ha distributori in oltre 100 nazioni.

Le origini di General Mills

Le origini del gruppo risalgono al 1856, quando General Mills, partendo con una dotazione di due mulini, rivoluziona l’industria molitoria tramite la produzione di farina con proprietà di cottura superiori. Robert Smith, dopo aver affittato i mulini che sfruttavano la potenza delle cascate lungo il fiume Mississippi, vende la società appena fondata a Cadwalleder C. Washburns, affiancato dal fratello William.

La società si espande in fretta e nel 1866 i fratelli costituiscono prima la società Washburn “B” Mill (adiacente alle cascate) e successivamente, nel 1874, la ancor più ampia Washburn “A” Mill (distrutta da un’esplosione nel 1878).
Nel 1877 la società inizia una partnership con John Crosby, formando la Washburn-Crosby Company. Nel medesimo anno viene invitato in Inghilterra William Hood Dunwoody per aprire il mercato del grano primaverile.

La ricostruzione societaria e l'innovazione

In quegli anni, incendi ed esplosioni mettono sotto pressione la società (che perde tra le fiamme risorse umane, materiali e stabilimenti). Dopo l'immediata ricostruzione dell’attività, l’azienda riprende ottimizzando i processi produttivi e, nel 1928, assume la denominazione di General Mills, dopo la fusione di Washburn-Crosby Company con altri 26 mulini.

Dal 1929 nei prodotti General Mills compaiono i coupon Betty Crocker, per la collezione di "punti" da raccogliere per lo sconto sulla gamma di articoli da casa presenti nel catalogo Betty Crocker (cedole e cataloghi sono stati sospesi dalla società nel 2006).

Nel 1941 General Mills diviene sponsor ufficiale del programma popolare radiofonico The Lone Ranger, giunto poco dopo su reti televisive; il rapporto di sponsor con questo si interromperà nel 1961.

Collaborazioni di General Mills e i nuovi prodotti

Nel 1965 la società si amplia all’industria del giocattolo, acquistando Arcobaleno Crafts, produttrice del celebre Play-Doh. Negli anni a seguire la società diventa rappresentante e sponsor di serie tv e programmi televisivi.

Nel 1971 General Mills lancia sul mercato “Monster Cereals”, dolciumi a base di cereali venduti in concomitanza con la festa di Halloween. Negli stessi anni la società entra nel settore della ristorazione attraverso l’acquisizione di ristoranti di livello e creando la divisione General Mills Restaurant (con sottodivisioni etniche interne, tra cui quella italiana, la Olive Garden, e quella cinese, Cina Costa).
Per un breve periodo la società si insinua anche nel settore vestiario, esperienza terminata poco dopo.

Dal 1976 al 1985 General Mills (tramite la Toy division) è coinvolta in una faccenda legale per il legame con la società madre Parker Brothers, accusata di plagio nel nome del gioco Monopoli; al termine della vicenda General Mills si staccherà da Kenner Parker.
Nel 1990 il gruppo costituisce una joint venture con Nestlé, per la commercializzazione di prodotti General Mills al di fuori degli Stati Uniti e del Canada, con il nome Nestlé.

General Mills oggi

Dal 2004, General Mills produce prodotti sempre più mirati alla crescente schiera di consumatori attenti alla salute: l’azienda modifica l’intera linea di cereali di grano per la colazione, preferendo quelli integrali. Riduce inoltre la quantità di zucchero nei prodotti per bambini, misura che sarà criticata dalla stampa, che accuserà General Mills di inserire nella ricetta ingredienti ugualmente nocivi (quali sciroppi).

General Mills ha raggiunto la posizione n°181 (nel 2012) nella lista Fortune 500 delle più grandi società americane ed è stata la terza più grande azienda alimentare di prodotti di consumo negli Stati Uniti.

Tra i brands più importanti del gruppo si annoverano: Betty Crocker, Bisquick, Cheerios, Frescarini, Macaroni Grill, Pillsbury, Trix, Wheatles e Yoplait.

I principali dati finanziari

General Mills ha la propria sede nel Minnesota, luogo della sua fondazione. E’ quotata alla Borsa di New York con il simbolo GIS (incluso nell’indice S&P 500) e conta una forza lavoro di circa 35.000 dipendenti.
Il gruppo ha chiuso l’esercizio inerente all’anno 2013 (25 maggio) con ricavi pari a 1,824 miliardi di dollari, in tendenziale parità con gli 1,855 miliardi ottenuti nel medesimo periodo del 2012.

Per maggiori informazioni: GENERAL MILLS


Wall Street ha voglia di ripartire al rialzo

Il mercato attende di conoscere alcuni dati macro e il focus sarà anche sui prezzi del petrolio. Sotto i riflettori Monsanto e General Mills.

Wall Street ha voglia di ripartire al rialzo







Wall Street aggancia treno trimestrali, verso settimana di fuoco

Dow Jones, Caterpillar resiste al downgrade di Deutsche Bank. Nasdaq, azioni Bed Bath & Beyond in caduta libera. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street, e le trimestrali attese per la prossima ottava.

Wall Street aggancia treno trimestrali, verso settimana di fuoco

3 azioni che oltre al dividendo offrono anche da bere

Ci sono settori i cui prodotti sono soggetti di quelli degli altri alle condizioni economiche del momento.

3 azioni che oltre al dividendo offrono anche da bere

Torna il Sell in May, questa volta ad aprile. 5 Big da vendere

Sell in may and go away: ogni anno torna inesorabile il dilemma che stavolta potrebbe patire già da aprile. Per Anthony Mirhaydari adesso ci sono 5 grandi nomi da evitare

Torna il Sell in May, questa volta ad aprile. 5 Big da vendere

Wall Street rompe gli argini, stop alla fase di contenimento

Dow Jones, titoli bancari in forte lettera. Nyse, acquisti sulle utilities. Azioni Pepsico in luce verde grazie a JPMorgan. Trimestrale General Mills in chiaroscuro. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street rompe gli argini, stop alla fase di contenimento

Wall Street imbocca di nuovo la via dei guadagni

Prevale un sentiment moderatamente positivo in una giornata povera di dati macro, ma ricca di interventi di vari membri della Fed. Diversi i titoli da seguire.

Wall Street imbocca di nuovo la via dei guadagni

Piazza Affari consolida: cosa aspettarsi nelle prossime ore?

Il Ftse Mib si è riportato appena sotto la soglia dei 20.000 punti, che potrebbe anche essere subito riconquistata. I market movers della seduta di domani.

Piazza Affari consolida: cosa aspettarsi nelle prossime ore?

A Wall Street qualcuno passa alla cassa prima del week-end

Per oggi è atteso un solo dato macro, in agenda mezz'ora dopo l'apertura del mercato. Dollaro in calo contro yen, ma in rialzo sull'euro. Diversi titoli da seguire.

A Wall Street qualcuno passa alla cassa prima del week-end

A Wall Street lo shopping continua a dominare la scena

Snella l'agenda macro di oggi, motivo per cui l'attenzione degli investitori viene rivolta alle ultime novità che arrivano dal fronte societario. Diversi i titoli da tenere d'occhio.

A Wall Street lo shopping continua a dominare la scena
apk