Intesa Sanpaolo

RSS

Intesa Sanpaolo S.p.A., istituto bancario nazionale

Intesa Sanpaolo è il maggiore istituto bancario italiano nato dalla fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo IMI


Grafico interattivo MIL:ISP offerto da TradingView

Intesa Sanpaolo S.p.A., istituto bancario nazionale

Intesa Sanpaolo è il principale istituto di credito italiano, costituito nel 2007 grazie alla fusione dei principali gruppi bancari Sanpaolo IMI e Banca Intesa. Il gruppo bancario offre una serie di servizi bancari, attraverso la copertura capillare di circa 4.800 filiali presenti sul territorio nazionale. E' collocato tra i principali istituti bancari dell'eurozona, con una capitalizzazione di mercato che raggiunge i 29,2 miliardi di euro.

Intesa Sanpaolo è attivo nel settore relativo alle attività finanziarie (depositi, risparmio gestito, factoring, fondi pensione) e si rivolge al privato, alle piccole e grandi imprese.

Le attività del gruppo

Le attività del gruppo bancario sono composte dalle seguenti divisioni: Corporate e Investment Banking (capital markets, merchant banking, finanza strutturata), Banca dei Territori (unità bancaria domestica di private banking, leasing, bancassicurazione), Eurizon Capital (asset managment), Banche Estere (Intesa Sanpaolo Bank Albania, Banca Intesa Beograd - Serbia, Banca Koper - Slovenia, CIB Bank - Ungheria, Bank of Alexandria - Egitto ed altre) e la rete di promotori finanziari e private banker che opera attraverso la divisione Banca Fideuram.

La struttura organizzativa

Il gruppo bancario Intesa Sanpaolo si avvale del modello dualistico di amministrazione e controllo, il quale prevede gestioni separate. Il consiglio di Sorveglianza, ove i membri sono nominati dall’assemblea degli azionisti, svolgono la funzione di controllo e di indirizzo strategico, mentre il Consiglio di Gestione, nominato a sua volta dal consiglio di sorveglianza, si occupa della gestione relativa all'impresa sociale.

Le radici del gruppo Intesa Sanpaolo

Le origini del gruppo bancario Intesa Sanpaolo, nascono dalla fusione dei gruppi bancari: Banca Intesa e Sanpaolo IMI.

Banca Intesa

Banca Intesa è stata costituita nel 1998 a seguito dell'accordo di fusione tra le banche Fondazione Cariplo (Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde), le cui origini storiche risalgono al 1823 ed il Banco Ambrosiano Veneto (costituito nel 1990 a seguito dell'incorporazione per fusione della Banca cattolica del Veneto). In seguito la Banca Intesa, concluse una serie di acquisizioni come la Banca Popolare FriulAdria, la Cassa di risparmio di Parma e Piacenza e la Banca CIS. Nel 2001 a seguito della fusione con la Banca Commerciale Italiana (banca nata nel lontano 1894, che dal 1934 è passata sotto il controllo dell'IRI fino al 1994), il gruppo trasformò la denominazione sociale inizialmente in IntesaBci e dal 2003 in Banca Intesa.

Sanpaolo IMI

Sanpaolo IMI è stato costituito a Torino nel 1998 a seguito della fusione dell'Istituto Mobiliare Italiano del Ministero del Tesoro, ovvero banca d'affari e d'investimento pubblica IMI, attiva nel settore finanziario internazionale (nel 1991 venne privatizzata quotandosi alla Borsa di Milano e su quella americana del New York Stock Exchange) con l'Istituto bancario San Paolo di Torino (le cui origini risalgono al 1563 con il Monte di Pietà di Torino).
Negli anni successivi il gruppo Sanpaolo IMI inizia una serie di acquisizioni come il Banco di Napoli, la Cassa di Risparmio di Forlì e della Romagna, la Banca Nazionale del Lavoro.

Il progetto di fusione

Nel 2006 le due realtà bancarie Banca Intesa ed l'istituto Sanpaolo Imi hanno portato a termine l'accordo di fusione, che è stato convalidato e reso operativo il 2 gennaio 2007, diventando così il principale gruppo bancario italiano nelle attività di retail, wealth management e corporate.

I principali dati finanziari ed economici di Intesa San Paolo

Intesa Sanpaolo ha la propria sede principale a Torino in Piazza San Carlo, 156, mentre la sede secondaria si trova a Milano. Il gruppo bancario è presente a livello internazionale attraverso le proprie controllate in diverse nazioni europee (1.290 filiali), nel nord Africa (183 filiali) ed in Medio Oriente. La forza lavoro è composta da circa 96.170 dipendenti, dislocati nelle varie località.

Intesa Sanpaolo è quotata alla Borsa valori di Milano, nel segmento MTA con il simbolo ISP ed ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2012 con un utile netto di 1,6 miliardi di euro.

Per maggiori informazioni: INTESASANPAOLO

Nome società INTESA SANPAOLO
Paese Italia
Mercato FTSE MIB
Settore BANCHE
Codice Alfa ISP
Codice Isin IT0000072618
Codice Reuters ISP.MI
Sito web società Link
Telefono +390115551
Fax +390287942587
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società Piazza San Carlo 156, 10121 Torino (TO)
Società revisione KPMG
Azioni in circolazione 2.147.483.647
Capitale Sociale 8.068.926.225
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale € 0.52
Data di collocamento n.d.
Prezzo di collocamento n.d.
Ultimo dividendo € 0.1780
Tipo dividendo Ordinario
Data pagamento 24/05/2017
Ultima raccomandazione 07/11/2017
Emittente FIDENTIIS
Raccomandazione Hold
Target Price € 0.00
Andamento rating
 
Costa Giovanni
Gros Pietro Gian Maria
Picca Bruno
Messina Carlo
Colombo Paolo Andrea
Locatelli Rossella
Pomodoro Livia
Gorno Tempini Giovanni
Gallo Giorgina
Ceruti Franco
Carbonato Gianfranco
Cornelli Francesca
Zamboni Daniele
Mazzarella Maria
Zoppo Maria Cristina
Gaffeo Edoardo
Motta Milena
Mangiagalli Marco
Pisani Alberto Maria
Bazoli Giovanni
Mangiagalli Marco
Motta Milena Teresa
Zoppo Maria Cristina
Pisani Alberto Maria
Gaffeo Edoardo
Fondazione Cassa Di Risparmio Di Padova e Rovigo 4.18 %
Compagnia di San Paolo 9.88 %
Fondazione Cassa Di Risparmio Delle Provincie Lombarde 4.68 %
Assicurazioni Generali SpA 3.40 %
31/12/2016 Variaz. % 31/12/2015
Margine Gestione Finanziaria 16.270,00 -3,17 % 16.802,00
Utile (Perdita) Netto del Gruppo 3.111,00 13,58 % 2.739,00
Crediti Verso la Clientela 364.713,00 4,20 % 350.010,00
Sofferenze Lorde 37.834,00 -3,44 % 39.183,00
Massa Amministrata 627.265,00 8,09 % 580.314,00
Patrimonio netto 49.319,00 1,49 % 48.593,00
Raccolta da Clientela 386.659,00 5,82 % 365.402,00
Ultimo Aggiornamento: 24/05/2017







Banche: gli Npl sono ancora un bel problema. I titoli buy e sell

Gli sforzi compiuti fino ad ora dagli istituti di credito stanno aiutando a ridurre lo stock di Npl, ma per gli analisti ci sono ancora diversi motivi di preoccupazione. La ricetta di Berenberg e le strategie su vari titoli.

Banche: gli Npl sono ancora un bel problema. I titoli buy e sell

Bancari in rimonta: si attendono notizie da Carige

Bancari in deciso recupero dai minimi della mattinata.

Bancari in rimonta: si attendono notizie da Carige

Azionario ancora sotto pressione: previsioni a Piazza Affari

Il Ftse Mib ha raggiunto un importante livello che funge da spartiacque tra un possibile rimbalzo e una prosecuzione delle vendite. L'analisi e le strategie di Pietro Origlia.

Azionario ancora sotto pressione: previsioni a Piazza Affari

Europa in rosso: Ftse Mib crolla a 22mila. Le previsioni

Quando tutti pensavano ai 24mila punti il Ftse Mib, ormai agguantati con sicurezza i 23mila, ha iniziato una lunga discesa che lo ha portato oggi, alle 13 al di sotto anche dei 22mila con un saldo che è stato fotografato a 21.996 punti. Cosa sta succedendo? La risposta arriva da Sante Pellegrino che ci offre la sua view e i suggerimenti su alcuni titoli italiani

Europa in rosso: Ftse Mib crolla a 22mila. Le previsioni

Zucchi, nei 9 mesi utile da 3 milioni di euro

Approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017 Risultati consolidati al 30 settembre 2017 - Fatturato consolidato pari a 53,4 mln/€ (56,8 mln/€ al 30/09/2016) - Margine attività operative positivo per 3,6 mln/€ (positivo per 1,2 mln/€ al 30/09/2016) - Ebit positivo per 3,8 mln/€ (positivo per 1,6 mln/€ al 30/09/2016) - Ebitda positivo per 5,1 mln/€ (positivo per 3,2 mln/€ al 30/09/2016) - Risultato del periodo positivo per 3 mln/€ (positivo per 1,3 mln/€ al 30/09/2016) - Indebitamento finanziario netto pari a 77,1 mln/€ (72,1 mln/€ al 31/12/2016) Il Consiglio di Amministrazione della Vincenzo Zucchi - società quotata presso l'MTA di Borsa Italiana (IT0000080553) – ha approvato il 13 novembre 2017 il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017 che registra un risultato del periodo positivo per 3 milioni di Euro (positivo per 1,3 milioni di Euro nel corrispondente periodo dell'esercizio 2016).

Zucchi, nei 9 mesi utile da 3 milioni di euro

Una correzione diversa dalle altre: i titoli da tenere d'occhio

Il future sul Ftse Mib si muove in un range tecnico ancora più stretto e l'idea è che si dovrebbe assistere ad un ritorno pùi stabile verso la parte bassa della forchetta. L'analisi e le strategie di Fabrizio Brasili.

Una correzione diversa dalle altre: i titoli da tenere d'occhio

Piazza Affari negativa ma in recupero dai minimi di inizio pomeriggio: Ftse Mib -0,56%

Piazza Affari negativa ma in recupero dai minimi di inizio pomeriggio: Ftse Mib -0,56%.

Piazza Affari negativa ma in recupero dai minimi di inizio pomeriggio: Ftse Mib -0,56%

Engineering, via libera Antitrust su Infogroup

L'Antitrust ha deciso di non avviare un'istruttoria sull'acquisizione da parte di Engineering dell'intero capitale sociale di Infogroup, controllata di Intesa Sanpaolo attiva nel settore dell'Information and Communications Technology, nonché nel mercato dello studio, progettazione e realizzazione di software e consulenza organizzativa nel settore dell'informatica (in particolare, nel settore bancario).

Engineering, via libera Antitrust su Infogroup
apk