Johnson & Johnson

RSS

Johnson & Johnson, colosso farmaceutico americano

Johnson & Johnson è una multinazionale americana, attiva nel settore riguardante l'industria farmaceutica. La holding si occupa della produzione di prodotti ed apparecchiature riguardanti le terapie farmaceutiche e chirurgiche, inoltre produce e distribuisce prodotti per la cura della persona e quelli automedicanti.

La struttura societaria è suddivisa nelle seguenti filiere:

  • Medicale e diagnostico
  • Largo Consumo
  • Farmaceutico

La multinazionale possiede numerosi marchi trai i quali vanno citati: Johnson's Baby (prodotti per la cura dei bambini), Clean & Clear (per la cura del viso), Piz Buin (prodotti solari), Neutrogena (creme per la cura della persona), Acuvue (marchio delle lenti a contatto), gli assorbenti marchiato O.B. e Carefree, le medicazioni Tylenol e molti altri.

Le origini di Johnson & Johnson

Le origini della società ci riportano negli Stati Uniti, precisamente nel New Jersey del 1886, quando Robert Wood Johnson (Carbondale, Pennsylvania 1845 - New Brunswick, New Jersey 1910) assieme ai due fratelli, costituì la Johnson & Johnson. Inizialmente la società si occupava della produzione in via sperimentale delle garze antisettiche da utilizzare nella chirurgia moderna.

In seguito alla scomparsa del fondatore avvenuta nel 1910, le redini dell'azienda passarono al fratello James W. Johnson. Sotto la sua guida l'azienda venne estesa sul
mercato estero, mentre la produzione venne diversificata, introducendo sul mercato nuovi prodotti come le creme per neonati ed i cerotti all'ossido di zinco.

La guida di Robert Wood generale Johnson II

Dal 1932 la società venne guidata dal figlio del fondatore, Robert Wood Johnson II, il quale continuò il processo di espansione internazionale (come il Brasile, l'Argentina e l'India), trasformando l'azienda in uno dei principali colossi del settore sanitario.

Robert Wood Johnson II (1893-1968), fu anche l'autore nel 1935 del documento Credo, una sorta di codice etico aziendale, che venne adottato dalla stessa Johnson & Johnson.

Lo sbarco in Borsa di Johnson & Johnson

Nel 1944 la multinazionale Johnson & Johnson venne collocata in Borsa, sul mercato telematico del New York Stock Exchange.
Nel corso dei decenni la società ha continuato a svilupparsi ed ampliare le proprie attività, attraverso il lungo processo di acquisizioni a livello internazionale, focalizzandosi principalmente nel settore riguardante farmaceutico ed in quello dell'igiene personale.

La presenza in Italia

La multinazionale è presente sul territorio italiano dal 1961, mentre nel 1965 è stata ha costituita a Milano la Johnson & Johnson Italia S.p.A., che in seguito è stata spostata nelle vicinanze della capitale, a Pomezia, precisamente a Pratica di Mare. La Johnson & Johnson Italia S.p.A. conta circa 1.200 dipendenti.

I principali dati economici di Johnson & Johnson

La multinazionale ha la propria sede principale in America, nel New Jersey. Il gruppo americano è presente in oltre 60 nazioni, con oltre 275 società controllate. La forza lavoro è composta da circa 127.600 dipendenti, dislocati nelle varie parti del mondo.

Johnson & Johnson è quotata alla borsa di New York, sull'indice Dow Jones Industrial Average, con il simbolo JNJ.

Il colosso americano, guidato dal manager Alex Gorsky ha chiuso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2013 con un fatturato pari a 71,3 miliardi di dollari, registrando così un incremento del 6,1% rispetto all'anno precedente, conclusosi con ricavi totali per 67,224 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni: JOHNSON & JOHNSON


Autogrill: HMSHost rinnova accordo in New Jersey

Autogrill (Milano: AGL IM) annuncia che il Board of Commissioners della New Jersey Turnpike Authority (NJTA) ha firmato con la controllata americana HMSHost Tollroads Inc.

Autogrill: HMSHost rinnova accordo in New Jersey







3 azioni da dividendo da portare sempre con sè

Gli obiettivi di un investimento cambiano durante il corso dell'esistenza: se prima si è disposti a rischiare guardando alla crescita esponenziale, dopo si preferisce un pacato dividendo.

3 azioni da dividendo da portare sempre con sè

Wall Street: Dow Jones da record in ordine sparso, stop Nasdaq

Dow Jones, acquisti su United Technologies e sui farmaceutici. Nyse, Hertz Global Holdings crolla sul downgrade di Morgan Stanley. Nasdaq, azioni Halozyme in rally. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street: Dow Jones da record in ordine sparso, stop Nasdaq

Azioni a prova di tempesta

Il senso di sicurezza dato dai dividendi in alcuni casi rischia di essere messo in dubbio da un mercato altalenante. Esistono però titoli che possono affrontare anche le tempeste della volatilità.

Azioni a prova di tempesta

Wall Street tutta in luce verde, tecnologia faro per lo shopping

Dow Jones, Cisco Systems in bella evidenza. Nyse, Bank of America: Warren Buffet diventa primo azionista. Azioni H&R Block prese di mira dopo i conti. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street tutta in luce verde, tecnologia faro per lo shopping

Wall Street piazza un cartello, divieto di accesso ai ribassi

Dow Jones, azioni Boeing in controtendenza. Nyse, GameStop crolla dopo i conti. Nasdaq, Broadcom in rosso dopo la trimestrale. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street piazza un cartello, divieto di accesso ai ribassi

Wall Street avanti e indietro, trend strategico a passi alterni

Dow Jones, United Technologies in controtendenza. Nyse, Lowe's Companies in discesa dopo la trimestrale. Ribassi diffusi sui titoli delle compagnie aeree. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street avanti e indietro, trend strategico a passi alterni

Wall Street spiazzata dai venti di guerra, caccia a beni rifugio

Dow Jones, Walt Disney in profondo rosso. Nyse, azioni Hertz Global Holdings in rally. Nasdaq, Netflix giù dopo la decisione di Walt Disney. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street spiazzata dai venti di guerra, caccia a beni rifugio

6 blue chips da tenere alla larga per i prossimi anni

Anche rispettate blue chips possono a un certo punto smettere di rappresentare una solida scommessa a lungo termine.

6 blue chips da tenere alla larga per i prossimi anni
apk