Mediaset

RSS

Mediaset S.p.A., leader nazionale nella produzione e diffusione di programmi televisivi

Mediaset S.p.A. è un'azienda privata italiana attiva nell'ambito dei media e della comunicazione.


Grafico interattivo MIL:MS offerto da TradingView

Mediaset S.p.A., leader nazionale nella produzione e diffusione di programmi televisivi

Mediaset Group S.p.A. è il principale gruppo italiano, attivo nel settore della produzione e distribuzione del ramo della televisione, spaziando dalla produzione di contenuti, mobile tv, di internet e della gestione delle infrastrutture riguardanti le reti di trasmissione.

Le attività di broadcasting TV

Il gruppo che è composta dalla Mediaset S.p.A. e dalle società controllate, si occupa della televisione digitale free e pay, della televisione generalista e della raccolta pubblicitaria.

Le attività del gruppo sono focalizzate nelle divisioni riguardanti le attività televisive
integrate e la gestione delle infrastrutture di reti e servizi.

Il gruppo Mediaset è presente anche sul mercato spagnolo, attraverso l'operatore televisivo Mediaset Espana, di cui detiene il 41,65 del capitale sociale.

Il gruppo è impegnato nel settore pubblicitario, attraverso le società controllate, Publitalia '80 (concessionaria che si occupa delle emittenti Mediaset) e la società Digitalia '80, concessionaria di pubblicità sulla piattaforma Pay.

Le origini di Mediaset

Le origini del gruppo risalgono al 1978, quando il manager Silvio Berlusconi acquisì la televisione Telemilanocavo. Questa emittente televisiva nacque a Milano (nel quartiere residenziale di Milano 2) qualche anno prima, esattamente nel 1974, come tv via cavo, grazie al contributo dell'imprenditore e politico Giacomo Properzi (Milano, 1939).

La tv via cavo di Giacomo Properzi, raggiungeva circa 5.000 utenti del quartiere residenziale di Milano 2. In quegli anni molti imprenditori intravidero il grande business nelle tv private, così vennero costituite o acquisite nuove emittenti locali come ad esempio, la televisione TAM (ex Telealto milanese guidata da Enzo Tortora), acquisita dal gruppo Rizzoli ed altre realtà.

Da Tele Milano a Canale 5

Nel 1978 l'emittente di Silvio Berlusconi, trasforma la denominazione in Tele Milano ed inizia a trasmettere via etere. La TV locale, rilanciata da Silvio Berlusconi, inizia a svilupparsi offrendo un amplio palinsesto ricco di film, rubriche e documentari tanto che il suo segnale copre ormai tutta la regione della Lombardia.

Nel 1980 l'emittente televisiva di Silvio Berlusconi trasforma la propria denominazione in Canale 5, la quale trasmette su tutto il territorio nazionale. In quegli anni le principali emittenti televisive erano composte dalle tre reti della Rai e dalle tv private Italia 1, Canale 5 e Rete 4.

L'espansione

Negli anni successivi la rete televisiva Canale 5 continua ad affermarsi ed a raccogliere nuovi successi a livello nazionale. In seguito il gruppo Fininvest, costituito da Silvio Berlusconi (società nata a Roma nel 1979, attiva in molteplici comparti da quello finanziario a quello editoriale e televisivo) acquisisce nel 1992 l'emittente televisiva Italia 1 (di proprietà dell'editore Rusconi) e nel 1984 la tv Retequattro (ceduta dal gruppo Arnoldo Mondadori Editore).

La nascita di Mediaset S.p.A.

Nel 1995 in seguito alla riorganizzazione delle varie attività televisive del gruppo Fininvest, viene costituita la società Mediaset, attiva nel settore delle telecomunicazioni e della televisione.

Lo sbarco in Borsa

Nel luglio del 1996 Mediaset S.p.A. debutta sul mercato telematico nazionale, quotandosi a Piazza Affari. Il collocamento segna un grande successo e viene chiuso già al secondo giorno con 245.000 richieste, mentre il titolo viene scambiato a 3,61 euro (7.000 ex lire). Oggi, la società è quotata alla Borsa valori di Milano, sul MTA, indice FTSI MIB, con il simbolo MS.

La crescita di Mediaset

Negli anni successivi il gruppo ha continuato il processo di espansione a livello internazionale, entrando sul mercato della televisione spagnola (Mediaset Espana Comunication SA).

Nel 2005 il gruppo amplia il proprio core business sviluppando le proprie attività nel ramo della pay-tv digitale terrestre con la rete Mediaset Premium. Successivamente il gruppo ha iniziato ad occuparsi del settore riguardante il cinema, attraverso l'azienda Medusa e del comparto della televisione satellitare (Mediaset Plus). Nel 2007 la società ha portato a termine la join venture per l'acquisizione della società olandese, produttrice di formati televisivi Endemol (società che Mediaset nel 2012 ha ceduto).

Processo diritti TV Mediaset

Nel 2006 l'azienda è stata indagata per le presunte irregolarità riguardanti la compravendita dei diritti televisivi. Il processo si è concluso nel luglio del 2013 e la corte di Cassazione ha condannato il manager Silvio Berlusconi a 4 anni di reclusione per frode fiscale, dei quali 3 coperti da indulto.

I principali dati economici e finanziari

Il gruppo del biscione ha la propria sede legale a Milano in via Paleocapa, 3 e conta circa 5.908 dipendenti (Italia e Spagna).

Mediaset ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013, con un fatturato pari a 3.414,7 milioni di euro, registrando una flessione del 8,2% rispetto all'esercizio precedente, conclusosi con ricavi per 3.720,7 milioni di euro. La riduzione del fatturato è dovuta principalmente al settore penalizzato della pubblicità sul mercato nazionale.

La holding finanziaria Fininvest S.p.A. (di cui l'azionista principale è il manager Silvio Berlusconi), detiene il controllo del gruppo Mediaset, con una partecipazione pari al 41,3% del capitale sociale.

Per info: MEDIASET GROUP

Nome società MEDIASET
Paese Italia
Mercato FTSE MIB
Settore MEDIA
Codice Alfa MS
Codice Isin IT0001063210
Codice Reuters MS.MI
Sito web società Link
Telefono +3902251419588
Fax +390225149590
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società Via Paleocapa 3, 20121 Milano
Società revisione Reconta Ernst & Young S.p.A.
Azioni in circolazione 1.181.227.564
Capitale Sociale 614.238.333
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale € 0.52
Data di collocamento 01/07/1996
Prezzo di collocamento € 3.90
Ultimo dividendo € 0.0200
Tipo dividendo Ordinario
Data pagamento 25/05/2016
Ultima raccomandazione 25/04/2017
Emittente MACQUARIE
Raccomandazione Neutral
Target Price € 4.00
Andamento rating
 
Confalonieri Fedele
Berlusconi Piersilvio
Adreani Giuliano
Ternau Vanda
Piccinino Alessandra
Ermolli Bruno
Secchi Carlo
Nieri Gina
Giordani Marco
Berlusconi Marina Elvira
Crippa Mauro
Bruni Franco
Cannatelli Pasquale
Querci Niccolo'
Perini Michele
Napolitano Fernando
Sala Stefano Guido
Lonardo Mauro
Meneghel Francesca
Simonelli Ezio
Gatto Massimo
Minutillo Flavia Daunia
Perotta Riccardo
Berlusconi Silvio 41.29 %
Mediaset SpA 3.79 %
Vivendi Sa 25.75 %
31/12/2015 Variaz. % 31/12/2014
TOTALE RICAVI 3.524,80 4,48% 3.373,80
MARGINE OPERATIVO LORDO (EBITDA) 1.365,90 2,52% 1.332,30
MARGINE OPERATIVO NETTO (EBIT) 231,50 -6,99% 248,90
RISULTATO ANTE IMPOSTE 197,20 42,18% 138,70
RISULTATO NETTO 110,60 43,45% 77,10
POSIZIONE FINANZIARIA NETTA -859,40 0,41% -855,90
PATRIMONIO NETTO 2.947,80 -3,21% 3.045,50
CAPITALE INVESTITO 3.896,30 -2,68% 4.003,80
Ultimo Aggiornamento: 03/03/2017







Mediaset (+2,8%): UBS riduce target

Mediaset (+2,8% a 3,73 euro): UBS riduce target da 3,70 a 3,25 euro, conferma raccomandazione sell.

Mediaset (+2,8%): UBS riduce target

I mercati europei festeggiano Macron. Titoli e idee di trading

Le urne in Francia hanno decretato i protagonisti del prossimo ballottaggio che avverrà tra il rappresentante del centro Emmanuel Macron e quello della destra estrema Marine Le Pen. Ma a far riflettere è più che altro il distacco tra i due, praticamente minimo. Le considerazioni e la view di Stefano Masa Head of QuantInvest® Research & Analysis Department.

I mercati europei festeggiano Macron. Titoli e idee di trading

Borsa italiana poco sotto la parità: Ftse Mib -0,16%

Borsa italiana poco sotto la parità: Ftse Mib -0,16%.

Borsa italiana poco sotto la parità: Ftse Mib -0,16%

Mediaset (+1,3%) estende recupero nonostante Goldman Sachs

Positiva Mediaset (+1,3% a 3,69 euro) che estende il recupero dal minimo di due giorni fa nonostante la decisione di Goldman Sachs di ridurre il target da 4,32 a 3,79 euro.

Mediaset (+1,3%) estende recupero nonostante Goldman Sachs

Borsa italiana sopra la parità: Ftse Mib +0,13%

Borsa italiana sopra la parità: Ftse Mib +0,13%.

Borsa italiana sopra la parità: Ftse Mib +0,13%

Mediaset (+0,8% a 3,57 euro): Societe Generale riduce target

Mediaset (+0,8% a 3,57 euro): Societe Generale riduce target a 3,85 euro.

Mediaset (+0,8% a 3,57 euro): Societe Generale riduce target

Mediaset schiva il sell-off nonostante i conti in rosso

Dopo essere sceso di oltre 4 punti percentuali in apertura, Mediaset ha lentamente risalito la china riuscendo a tornare in territorio positivo.

Mediaset schiva il sell-off nonostante i conti in rosso

Mediaset (+1,6%): Equita riduce target

Mediaset (+1,6% a 3,60 euro): Equita riduce target da 4,30 a 4,00 euro, conferma raccomandazione hold.

Mediaset (+1,6%): Equita riduce target
apk