Nokia

RSS

Nokia, azienda di elettronica

Nokia Corporation è una società finlandese, attiva nel settore delle telecomunicazioni ed in quello elettronico. L'azienda si occupa della produzione di apparecchiature telefoniche e degli impianti di rete in ambito della telefonia mobile e quella fissa.

Le origini

Le radici della società affondano nella Scandinavia del 1865, quando l'ingegnere minerario, Knut Fredrick Idestam (Tyrväntö, 1838 – Helsinki, 1916), aprì una segheria a mulino, sui corsi del fiume Nokianvirta (da cui l'azienda prese il nome), nella cittadina di Tammerkoski.

Inizialmente l'azienda si occupava della produzione di cellulosa ed alla lavorazione del legno. Attraverso lo sfruttamento della corrente del fiume, la segheria a mulino generava anche l'energia elettrica, che utilizzava per la propria attività.

Nokia e la fabbrica di cellulosa

Nel 1896 Knut Fredrick Idestam si ritirò dalla gestione e la Nokia Ltd, venne trasformata da produttrice di cellulosa a quella di gomma. La nuova azienda, era interessata soprattutto allo sfruttamento dell'acqua, per generare l'energia, utilizzata per le proprie attività produttive (calosce di gomma e stivali).

Dalla produzione di gomma all'elettronica

Durante i periodi della prima e seconda guerra mondiale, la Nokia Cables and Electronics (1912), era attiva nella produzione di pneumatici e degli stivali da guerra utilizzati dall'esercito. Soltanto alla fine del periodo bellico, l'azienda ampliò il proprio core business, occupandosi di elettronica e telecomunicazioni, attività iniziata nel 1912. L'azienda iniziò a produrre cavi di gomma per l'Unione Sovietica.

Nokia e le attività di telecomunicazione

Negli anni sessanta, Nokia portò a termine varie join venture, con varie aziende, diversificando le proprie attività. Nel 1962 concluse un importante accordo di fusione, con l'azienda nazionale del telegrafo. L'anno successivo l'azienda finlandese iniziò la produzione di telefoni radio, che vennero utilizzati nei servizi militari ed in quelli di emergenza.

Nel 1967 la società trasformò la propria denominazione in Nokia Corporation, holding produttrice di cavi per il telegrafo ed il telefono, pneumatici di gomma, cavi per la comunicazione, dispositivi radio e molto altro.

Il gruppo continua ad espandersi ed ad incrementare le proprie attività industriali, occupandosi del comparto elettronico, realizzando cavi sottomarini e dispositivi elettronici come l'analizzatore ad impulsi per le centrali nucleari.

Nokia ed il pc MicroMikko

Nel 1977 Nokia Corporation ampliò le proprie attività industriali, realizzando televisioni e personal computer (come il MicroMikko). Successivamente il comparto che si occupava dei pc venne ceduto, a causa della troppa concorrenza.

I primi dispositivi telefonici della Nokia: dal Mobira Senator al Mobira Cityman

Negli anni Ottanta, il gruppo finlandese iniziò ad occuparsi del settore della telefonia. L'azienda produsse i primi telefoni per automobili (Mobira Senator e Mobira Talkman). Nel 1984 portò a termine l'acquisizione della società elettronica Salora (proprietaria della Mobira) e nel 1987 lanciò sul mercato il telefono portatile Mobira Cityman (utilizzato anche dall'allora presidente dell'Unione Sovietica Gorbaciov).

Il primo GSM

Nel 1992 la Nokia Corporation realizzò il il primo cellulare GSM della storia, riscuotendo un enorme successo. In seguito il gruppo, sotto la guida del manager Jorma Ollila (Seinäjoki, 1950), si concentrò esclusivamente nella produzione del settore relativo alla telefonia mobile, mentre le restati divisioni del gruppo vennero progressivamente cedute.

L'era d'oro di Nokia

Il gruppo continua a realizzare dispositivi mobili, sempre più innovativi e sofisticati, tanto che nel 1998 diventa il maggiore produttore mondiale della telefonia mobile. Il giro d'affari risulta in crescita costante. Nel 1996 il gruppo fatturò circa 6,5 miliardi di euro, mentre nel 2001 i ricavi ammontavano a circa 31 miliardi di euro.

La crisi

Negli anni seguenti il colosso finlandese, leader mondiale nella produzione della telefonia mobile, per oltre una decina di anni, entra in crisi. L'azienda risente della concorrenza. Altre case produttrici di telefoni, occupano sempre maggiore quota nel mercato dei telefoni cellulari, come la casa coreana Samsung e l'Apple di Steve Jobs che nel 2007 lanciò sul mercato l'innovativo dispositivo telefonico, Iphone.

Nokia e l'accordo con Microsoft

Nel 2011 Nokia è guidata dal manager canadese Stephen Elop (ex dirigente della Microsoft). Il manager per sanare l'azienda avvia una profonda ristrutturazione societaria, che prevede il taglio di molti posti di lavoro. Stephen Elop, porta a termine un importante accordo di partnership con la Microsoft, per rilanciare e rinnovare il gigante della telefonia mobile. L'accordo, prevede l'utilizzo esclusivo del sistema operativo della piattaforma Windows Phone sui dispositivi mobili Lumia.

Microsoft e l'acquisizione della divisione telefonia Nokia

Nel settembre del 2013 la Nokia Corporation annuncia la cessione della divisione device e relativi servizi e brevetti alla società Microsoft. Il colosso finlandese mantiene così solo il business delle reti (HERE-mappe, Nokia Solutions and Networks). La cessione è stata conclusa nel 2014, per la somma di circa 7,17 miliardi di dollari ovvero 5,44 miliardi di euro.

I principali dati economico finanziari

Nokia Corporation ha la propria sede principale in Finlandia, nella città di Espoo. L'azienda è presente con filiali ed uffici in varie nazioni, mentre la forza lavoro è composta da circa 55.000 dipendenti, sparsi nelle varie località.

Il gruppo è quotato alla Borsa valori di Francoforte, alla Borsa di New York ed a Piazza Affari.

Nokia Corporation ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013, registrando un fatturato pari a 5,6 miliardi di euro, registrando un calo, rispetto all'esercizio precedente conclusosi con ricavi per 5,9 miliardi di dollari.

Microsoft Mobile

A seguito della completata acquisizione da parte della società Microsoft della divisione Device and Services di Nokia, avvenuta il 25 aprile 2014, l'azienda Microsoft ha trasformato la denominazione del marchio finlandese Nokia in Microsoft Mobile.

Per maggiori informazioni: NOKIA CORPORATION


Da luglio niente più Whatsapp su questi cellulari

La rivoluzione della messaggistica istantanea ha un solo nome: Whatsapp. Ma ora la rivoluzione potrebbe diventare una controrivoluzione.

Da luglio niente più Whatsapp su questi cellulari







Analisi del sottostante: Nokia

Nokia ha chiuso il primo trimestre con ricavi pari a 5,39 miliardi di euro, in calo del 4% rispetto allo stesso periodo del 2016, ma sopra le stime degli analisti pari a 5,28 miliardi.

Analisi del sottostante: Nokia

Nokia: fine del consolidamento

Sotto 4,70 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,15 e 3,70 di target.

Nokia: fine del consolidamento

Nokia: fine del consolidamento

Sotto 4,70 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,15 e 3,70 di target.

Nokia: fine del consolidamento

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,70

Sotto 4,70 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,15 e 3,70 di target.

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,70

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,70

Sotto 4,70 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,15 e 3,70 di target.

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,70

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,70

Sotto 4,70 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,15 e 3,70 di target.

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,70

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,75

Sotto 4,75 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,50 e 4,21 di target.

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,75

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,75

Sotto 4,75 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,50 e 4,21 di target.

Nokia: tendenza al rialzo sopra 4,75
apk