FTSE MIB

Andamento in altalena per il Ftse Mib che dopo aver oscillato per tutta la seduta attorno alla parità chiude invariato a 23.329. La giornata non ha offerto particolari spunti di trading, a parte per chi ha seguito l’oscillatore stocastico su time frame veloci o ha usato il minimo e il massimo della seduta precedente come supporto e resistenza di riferimento. Dopo un avvio poco mosso a 23.351, l’indice di Piazza Affari si è limitato a ondeggiare in un trading range con massimo a 23.413, toccato poco dopo l’inizio delle contrattazioni, e un minimo a 23.291, segnato in apertura di Wall Street. Tecnicamente il Ftse Mib resta inserito nel trend rialzista di breve periodo che vede tra 23.560 e 24.000 una serie di importanti resistenze. Solo una discesa sotto 22.950 comprometterebbe il movimento in atto.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 23.440 con stop sotto 23.290. Target 23.550 e 23.620.

SCENARIO RIBASSISTA

Short sotto 23.277 con stop sopra 23.413. Target 23.205 e 23.115 punti.

EUROSTOXX 50

Chiusura in frazionale ribasso per l’Eurostoxx 50 che non indebolisce per ora l’impulso rialzista in corso sull’indice europeo. La dinamica intraday è stata caratterizzata da una partenza poco mossa a 3.451 punti. L’Eurostoxx 50 non è riuscito ad andare oltre 3.456 e si adagiato sui valori di chiusura della riunione precedente, con una prima metà di seduta risultata con una volatilità decisamente schiacciata. Nel pomeriggio l’indice ha ritrovato un po’ di vivacità ma scivolando in territorio negativo. Dal punto di vista tecnico l’Eurostoxx 50 è in tendenza rialzista nel breve periodo ma deve fare i conti con la resistenza posta in area 3.466-3.480. L’uptrend in corso perderebbe slancio in caso di violazione dei supporti 3.410 e 3.400.