Ansaldo STS, leader mondiale nella tecnologia driverless per metropolitane e linee ferroviarie, ha dato ulteriore prova delle proprie capacità nel gestire il settore ferroviario delle merci pesanti, grazie al collaudo del primo trasporto di merci pesanti completamente autonomo, collaudo avvenuto in Australia per Rio Tinto. Attraverso lo sviluppo e l'applicazione di tecnologie altamente avanzate e basate sul sistema di segnalamento ETCS Level2, Ansaldo STS ha lavorato per realizzare e mettere in campo una soluzione per il controllo dei convogli destinata alle remote miniere di ferro di Rio Tinto, site nella parte nord occidentale del paese. Tali soluzioni supporteranno la completa automazione delle operazioni ferroviarie in campo minerario. La soluzione include l'installazione di un modulo di guida di bordo su ogni treno, facendo sì che l'intera flotta possa essere gestita in remoto da un centro di controllo sito a Perth, a decine di chilometri di distanza. Tale soluzione creerà grandi benefici alla Rio Tinto, quali l'aumento della sicurezza e della produttività. Roslyn Stuart, Ansaldo STS Delivery Manager in Australia, ha sottolineato come la salda partnership tra Ansaldo STS e Rio Tinto, abbia giocato un ruolo di primo piano nel successo del collaudo condotto su circa cento chilometri di linea. Successo che, in ultima istanza, ha l'obiettivo di far raggiungere la piena autonomia nella movimentazione dei cargo merci. "Ansaldo STS – ha affermato la Stuart –, continuerà a lavorare a stretto contatto per dare il proprio supporto alla Rio Tinto al fine di eseguire, in modo progressivo, il pieno utilizzo del nuovo prodotto che rispetta i più rigorosi standard di sicurezza".