Diverse le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

In Francia l'Ufficio di Statistica Insee ha pubblicato i dati finali sull'inflazione, riportando a dicembre un incremento dello 0,3% su base mensile, in linea con le attese ma in crescita dal +0,1% della rilevazione di novembre. Su base annua l'inflazione è cresciuta dell'1,2% in linea con la rilevazione precedente. Nel mese di dicembre l'indice armonizzato dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,4% su base mensile ed è aumentato dell'1,2% su base annuale.

In Spagna l'istituto di statistica INE ha annunciato che l'indice dei prezzi al consumo è rimasto invariato a dicembre su base mensile, dopo un incremento dello 0,5% a novembre e dello 0,6% a ottobre.L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (HICP) è cresciuto del 1,2% rispetto a dicembre 2016, dal +1,3% della rilevazione precedente.

In Italia l'Istat ha comunicato che nel mese di novembre 2017 l'indice destagionalizzato della produzione industriale segna una variazione nulla rispetto ad ottobre. Nella media del trimestre settembre-novembre 2017 la produzione è diminuita dello 0,2% nei confronti dei tre mesi precedenti.
Corretto per gli effetti di calendario, a novembre 2017 l'indice è aumentato in termini tendenziali del 2,2% (i giorni lavorativi sono stati 21 come a novembre 2016). Nella media dei primi undici mesi dell'anno la produzione è aumentata del 2,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
L'indice destagionalizzato mensile registra variazioni congiunturali positive nel comparto dell'energia (+4,0%) e dei beni intermedi (+0,1%); variazioni negative segnano invece i beni di consumo (-0,7%) e i beni strumentali (-0,3%).
In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano a novembre 2017 aumenti apprezzabili per i beni di consumo (+3,0%) e per i beni strumentali (+2,8%); più limitato è l'aumento dei beni intermedi (+2,1%), mentre una variazione negativa segna il comparto dell'energia (-0,4%).