Febbraio presenta un bilancio di arretramento del cambio. Risale ad ottobre 2017 e − prima ancora − a febbraio 2017 un arretramento mensile paragonabile a quello appena registrato.

Alla base, un certo recupero del Biglietto Verde, che dopo essere stato venduto per la prospettiva di deficit collegato alla riforma fiscale in Usa, adesso mostra maggiore sensibilità verso il sentiero di rialzo tassi che nei prossimi mesi vede nell’agenda almeno tre ritocchi all’insù.

Passiamo in rassegna la segnaletica operativa Candle Model, partendo dal contingente Trend/segnale giornaliero, sino a quello strategico/mensile, passando per quello tattico/settimanale.

QUADRO GIORNALIERO

La ricognizione del segnale di breve sul cambio Eur/Usd, ovvero del Trend/segnale ricavato dal grafico giornaliero, rileva un segnale ribassista in corso, riattivato tale a 1,2260 con la violazione in debolezza di 1,2260, dopo una interruzione durata dalla chiusura di giovedì 22 febbraio (a 1,2330), rispetto ad un segnale ribassista in precedenza intervenuto in chiusura di venerdì 16 febbraio, a 1,2409, da un Modello ribassista (in realtà il segnale è arrivato in maniera contestuale sia da un Modello di InverTrend ribassista che da uno di OuTrend ribassista, a seconda della estensione grafica su cui si dipana l’osservazione).

Lo stop e ripristino rialzista attuale si attesta a 1,2357, o da un nuovo Modello rialzista, ora non presente.

Interessante l’osservazione della dinamica nell’intorno di 1,2150/1,2170, a verifica di eventuali indizi di stabilizzazione o meno nel percorso ribassista.