Il mercato valutario resta osservatore esterno delle recenti turbolenze nel comparto azionario, e, in parte,  obbligazionario.

Si fa largo il mood che prevede un rialzo tassi globali più rapido del previsto, a partire dagli Stati Uniti.

Segnali di stabilizzazione nell’apprezzamento del cambio, con una segnaletica Candle Model di breve (in quadro giornaliero) e tattica (riferita al quadro settimanale) contrastata, che agevola uno scenario interlocutorio, sintesi delle due istanze contrapposte, con apertura di ulteriore e graduale sentiero di ripiego una volta sotto 1,2315.

QUADRO GIORNALIERO 

Nella seduta di ieri, il testimone incrociato della segnaletica in cui il segnale settimanale (vedi quadro settimanale) è evoluto in parziale ribassista mentre quello giornaliero ha contestualmente confezionato una proposta di ripartenza.

Così, il Trend/segnale ribassista pervenuto lunedì 29 gennaio, alle 7:00 cet, a 1,2413 − peraltro foriero di una fase di mera  riflessione del cambio nell’intorno di 1,24 – ieri ha lasciato il posto ad un tentativo solo tenue di ripartenza, a 1,2377, con stop e revisione ribassista a 1,2312.

Cambio Eur/Usd: grafico giornaliero – Trend/segnale in corso  − fonte grafico: Marketscope 2.0 – FXCM

QUADRO SETTIMANALE

Ieri è’ andato in epilogo il Trend/segnale rialzista settimanale rialzista (scaturito da un Modello di InverTrend rialzista) in carica sul cambio Eur/Usd da 1,1692 del 14 novembre 2017.

A questo punto subentra un Modello di StopTrend di debolezza, da 1,2335, con stop collegato − e conseguente ripristino di indicazione settimanale rialzista − a 1,2540.

Si tratta del primo segnale di debolezza settimanale del 2018, di moderata intensità. Va detto che il transito del primo livello dinamico di supporto in area 1,2330 potrà offrire una prima opposizione al predominio delle istanze ribassiste di calibro settimanale, da cui una certa gradualità direzionale che le istanze antagoniste potrebbero organizzare ancora per qualche tempo.

Cambio Eur/Usd: grafico settimanale – Trend/segnale in corso  − fonte grafico: Visual Trader

QUADRO MENSILE 

L’epilogo di gennaio 2017 non ha apportato nuovi elementi di valutazione nello scenario più ampio del cambio.

Venerdì 12 gennaio il cambio aveva sorpassato al rialzo quell’ 1,2092 che in settembre 2017 aveva rappresentato il massimo slancio rialzista, rinnovando il già Trend/segnale rialzista mensile, in servizio con continuità dal 28 giugno 2017, da 1,1735, con intensità moderata.

Va ribadito come insieme al Trend/segnale rialzista mensile rimanga attiva anche l’allegata considerazione di protezione degli asset detenuti in Dollari Usa, in coerenza con la visione operativa di più ampio respiro che non archivia l’ipotesi di rischio deprezzamento del Biglietto Verde nei confronti della Moneta Unica, fino a segnale (Candle Model) mensile contrario.

Cambio Eur/Usd: grafico mensile – Trend/segnale in corso  − fonte grafico: Visual Trader