Avvio ufficiale dei negoziati sulla Brexit

By Arnaud Masset

A circa un anno dal referendum britannico, oggi a Bruxelles iniziano ufficialmente i negoziati sulla Brexit. Per il governo britannico sarà un percorso lungo e tortuoso, soprattutto considerando che il partito dei Conservatori ha perso la maggioranza alla Camera dei Comuni. Prevediamo, dunque, che i negoziatori dell’UE tenteranno di trarre vantaggio dalla situazione, giacché la premier Theresa May si trova in una posizione di potenziale debolezza.

La scorsa settimana, la sterlina britannica si è ripresa dalle vendite massicce che l’hanno colpita dopo la perdita della maggioranza parlamentare dei conservatori. Lunedì mattina la sterlina ha resistito contro gran parte delle altre valute: la coppia GBP/USD ha annaspato sotto la soglia a 1,28, mentre l’EUR/GBP è sceso a 0,8740.

Per il momento, i partecipanti al mercato sono stati sorprendentemente costruttivi sulla sterlina, perché preferiscono vedere il bicchiere mezzo pieno. Ma il livello d’incertezza continua ad aumentare e ci aspettiamo che alla fine gli investitori comprenderanno che i negoziati saranno molto complicati.

Il Messico seguirà le orme della Fed e alzerà i tassi

By Yann Quelenn

Banxico sta evidentemente seguendo il corso dei tassi della Fed. Nel 2015, la banca centrale messicana ha addirittura cambiato il suo programma per seguire attentamente le riunioni della Fed e mantenere un differenziale fra i tassi per evitare fughe di capitali. Staserà l’istituzione alzerà i tassi al 7%. Sul fronte valutario, la richiesta di pesos messicani dovrebbe continuare e la coppia USD/MXN scendere verso 17 pesos per un dollaro. Finora l’MXN è una delle valute con l’andamento migliore dell’anno.