• Milano
    • New York
    • Tokyo
  • PETROLIO
  • GAS NATURALE
  • ORO
  • NIKKEI
  • SP500

Gaetano Evangelista

RSS

AGE Italia è una delle realtà più antiche nel campo del supporto alle decisioni di investimento sui mercati finanziari. Su Internet già dal 1995, è oggi una società specializzata in analisi tecnica e macroeconomica.



Malgrado il rimbalzo, Piazza Affari rimane ultima della classe

Malgrado il rimbalzo, Piazza Affari rimane ultima della classe

Ribadiamo come una impostazione propriamente bearish sul nostro mercato sia opportuna non prima della violazione dei supporti.

Ferma restando l'impostazione strategica per il secondo semestre delineata nell'Outlook da poco pubblicato, è probabile che i prossimi giorni saranno impiegati [...]

Persiste la divergenza fra CESI e mercati finanziari

Persiste la divergenza fra CESI e mercati finanziari

Settimana tendenzialmente all'insegna del recupero per i mercati azionari mondiali. Stecca Wall Street, mentre limitano le perdite i due principali indici nazionali del Vecchio Continente.

Piazza Affari, altri graffi dell’Orso

Piazza Affari, altri graffi dell’Orso

In passato ci siamo già occupati di una particolare versione dell’indice della borsa italiana: l’All Share che esclude il settore bancario.


Piazza Affari, l’Orso se la ridePiazza Affari, l’Orso se la ride

La batosta subita nell’ultimo mese riporta il mercato sugli stressi livelli minimi raggiunti dopo il massimo primaverile. Con l’indice MIB che - secondo gli analisti tecnici - poggia su un supporto di cruciale importanza.

L'unica Borsa ad aver perso terreno in tre mesiL'unica Borsa ad aver perso terreno in tre mesi

Restiamo dell'idea che sia più opportuno sul lato lungo puntare sulla borsa americana. Dove non è mai venuto meno il segnale d'acquisto di lungo periodo che proponemmo nella primavera del 2009.

Volatilità bassa? No, può scendere ancoraVolatilità bassa? No, può scendere ancora

Gli investitori americani vivono nel migliore dei mondi: una crescita delle quotazioni lineare, senza correzioni (l’ultima risale addirittura ad ottobre 2011, più di mille giorni fa) e con una bassissima volatilità.