Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Fabrizio Brasili, analista finanziario, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.
Chi volesse contattare Fabrizio Brasili può scrivere all'indirizzo email: f.bsuperguru@yahoo.it.

L’indice Ftse Mib è stato respinto dall’area dei 23.000 punti, perdendo terreno nelle ultime sedute. E’ solo l’inizio di una fase correttiva più ampia o si aspetta recuperi nel breve?

Al momento questa azione correttiva non dovrebbe essere ampia, ma di sicuro diversa dalle precedenti, fatte di continui e ripetuti storni ed altrettante riprese, ogni tanto allungando sia sui massimi che sui minimi.
Da qualche settimana il future dicembre, ed ora anche marzo, non riesce a superare i 23.000/23.100 punti, ma al contempo non scende sotto i 22.000/22.100 punti, rimanendo addirittura in un range tecnico ancora più stretto tra 22.400/22.500 e 22.800/22.900 punti.

C'è da dire che qualche tentativo di sfondamento intraday si sta facendo largo, più verosimilmente verso il basso, questa volta influenzato dalle esagerate reazioni di qualche titolo, per motivazioni diverse.
Per fare qualche esempio abbiamo assistito ad un violento e ripetuto sell-off su Creval, partito dai recenti 3,20 euro, fino ad arrivare in quattro sedute a 1,50 euro. A dare la stura alle vendite è stato l'aumento di capitale da 700 milioni euro, in luogo degli stimati 500, oltre ad altri segnali negativi.

Poi Astaldi passato il mese scorso da 6 a 3,1 euro a causa di voci, poi confermate, di un aumento di capitale da 200 milioni euro, con evidenti fughe di notizie tanto che la Consob indaga.
Due bei titoli del lusso quali YNap e Geox hanno velocemente scaricato il forte ipercomprato che li avevi portati ben sopra i nostri target, passando il primo da 34 a 28 euro e il secondo da 4 a 2,88 euro, solo per aver pubblicato trimestrali leggermente sotto le stime degli analisti.
Brembo, addirittura per le previsioni più caute per il 2018, è ritornato sui supporti dei 13 dai 14,50 euro.