Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

L'indice Ftse Mib nella prima seduta del 2017 ha proseguito lungo la via del rialzo imboccata nel mese di dicembre. Cosa si aspetta in queste prime giornate del nuovo anno?

Mi aspetto che Piazza Affari possa continuare a salire almeno nelle prossime due settimane, per cui prevedo un mercato ancora rialzista fino a metà gennaio. Nelle ultime sedute di dicembre il dollaro ha ritracciato un po', salvo riprendere subito forza, e sicuramente il mercato azionario americano si muoverà ancora in salita nel breve.

Il Ftse Mib ha violato ieri i massimi di dicembre e con la buona chiusura di ieri si aprono le porte verso l'area dei 20.000 punti. Ho suggerito già ieri di entrare long sul nostro mercato, fissando uno stop a 19.000 punti, con primo target a 20.000 e obiettivo successivo a 20.500 punti. Non escludo che nelle prossime settimane il Ftse Mib possa raggiungere anche la soglia dei 21.000 punti e in generale mi aspetto una prosecuzione del trend rialzista partito a dicembre.

Al ribasso, in caso di ritracciamenti farei attenzione all'area dei 19.000 punti, perchè in caso di violazione di questa soglia aprirei posizioni short con obiettivo i 18.400 punti e stop loss sui massimi di dicembre a 19.430 punti.
La mia view al momento è positiva anche perchè guardando la buona impostazione degli altri indici europei non si può pensare di andare short visto che il sentiment è positivo.

Tra i bancari ieri Ubi Banca e Banca Popolare dell'Emilia Romagna hanno messo a segno la migliore performance. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?