Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, Quant analyst di Cybertrader, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

L’indice Ftse Mib sta provando a recuperare terreno anche dopo il venir meno dell’incertezza legata al rischio di elezioni anticipate in Italia. Quali scenari è possibile attendersi per le prossime sedute?

Il Ftse Mib ha tenuto bene sul supporto in area 20.500 punti, il Dax sta superando oggi i propri massimi assoluti e se dovesse confermare questa tendenza in chiusura di seduta sarebbe un segnale di forza che potrebbe trascinare anche il nostro indice verso la resistenza a 21.700 punti.
Siamo quindi moderatamente ottimisti, ma è meglio attendere area 21700 prima di ricominciare a dare per morto lo spettro dell’orso.

Nel settore bancario come valuta l’attuale impostazione di Unicredit e Intesa Sanpaolo? Consiglierebbe un acquisto di questi due titoli sui livelli attuali?

Intesa Sanpaolo è sempre stato tra i miei titoli bancari preferiti. Su grafico settimanale è tuttora inserito in un canale di minimi e massimi crescenti dalla scorsa estate, anche se ha stornato parecchio da maggio, ma credo che ci siano le condizioni per poter aspirare ad un target a 2,70 euro nel breve termine.

Unicredit invece ha trovato un buon supporto a 15 euro e sembra ben impostata per poter ambire a tornare in area 17 euro, ma per fare questo dovrà confermare il segnale rialzista con una chiusura al di sopra dei 16,3 euro.

Ieri Luxottica ha dato vita ad un bel rally, mentre è salito con più cautela Salvatore Ferragamo. Quali indicazioni operative ci può fornire per questi due titoli?