Di seguito riportiamo l'intervista a Pietro Paciello, Head of Business Development and Chief Analyst presso Tier1FX, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse. Pietro Paciello è autore del libro appena pubblicato TRADING PLAN. Per info clicca qui

Il dollaro è in fase di netto arretramento sia nei confronti dello yen che dell'euro. Come valuta il movimento in atto e cosa si aspetta per questi due cambi?

In linea con quanto indicato nell'analisi dei giorni scorsi dedicata a Piazza Affari, anche per il dollaro al mio avviso si parla di decelerazioni da eccesso e non si può parlare di movimenti di inversione, visto che il trend pro-dollaro è ancora ben saldo. Un po' tutti aspettavamo qualche occasione di ricopertura e la discesa di ieri del dollaro-yen di è molto interessante perchè è stato violato il supporto, piuttosto valido, a quota 116,5.

C'è una divergenza ribassista per cui per le prossime ore mi aspetta ancora vendita di dollari e potenzialmente un indebolimento del quadro risk-on. Mi rendo conto che siamo ancora in un clima quasi festivo perchè non credo che tutti i grandi operatori siano tornati al lavoro, per cui il movimento in atto del dollaro-yen non è accompagnato da volumi elevati.

Come detto prima, sia la rottura al ribasso del dollaro-yen che l'accelerazione rialzista dell'euro-dollaro, testimoniano che non è un fattore sporadico ma c'è sicuramente un po' di pressione in vendita sul biglietto verde che peraltro ha guadagnato tantissimo negli ultimi tempi.
Lo storno in atto è fisiologico ed è assolutamente normale dopo una salita talmente veloce che non ci sono ora grandi riferimenti tecnici per capire dove si potrà arrestare la correzione.