Di seguito riportiamo l'intervista a Pietro Paciello, Head of Business Development and Chief Analyst presso Tier1FX, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse. Pietro Paciello è autore del libro appena pubblicato TRADING PLAN. Per info clicca qui

Il dollaro quest'oggi si mostra debole nei confronti dello yen, mentre recupera qualche posizione rispetto all'euro. Cosa si aspetta nel breve per questi due cambi?

In linea di massima vedo ancora un po' debole il dollaro, salvo queste occasionali fasi di recupero dovute più ad un riallineamento dei grandi investitori sulle evoluzioni della Brexit.
Quando abbiamo già commentato di recente la situazione del mercato, avevamo ipotizzato che non serviva un rimbalzo per il dollaro, ma un'inversione vera e propria. Per il momento, soprattutto guardando il grafico del dollaro-yen, che ritengo il più rappresentativo, resiste ancora quel grande doppio massimo realizzato in zona 118,5, cui ha fatto seguito la discesa cui stiamo assistendo fino a questi giorni.

Non c'è dubbio che il dollaro-yen abbia un baluardo molto evidente e potente in area 110,1, perchè se è vero che questo cross è in discesa, è anche vero che siamo nella parte bassa di questo canale discendente da cui è lecito attendersi una reazione.
Credo che nel brevissimo sarà importante un test di area 109,7, ma un ostacolo che sarebbe importante per tracciare un giudizio definitivo sul dollaro lo troviamo più in alto e precisamente a quota 110,1.