Questo quadro potrebbe favorire il superamento dell'ostacolo a 4,6 euro, con proiezioni in prima battuta a 4,8 euro e in seguito a 5,05 euro, per poi guardare al top di inizio ottobre scorso a 5,2 euro, con stop loss molto rigido a 4,4 euro, dove si posiziona il supporto statico di breve termine.

Anche Mediobanca ha generato un segnale positivo, oltrepassando in zona 9,6 euro sia la trendline discendente di breve-medio termine, sia la resistenza statica di breve periodo, confermando a quota 9,6 euro l'incrocio al rialzo della media mobile a 50 giorni.

Questo scenario potrebbe favorire in primis un ritorno sui massimi dello scorso novembre in zona 9,95 euro e dopo spingere il titolo ad oltrepassare la soglia dei 10 euro con target in area 10,3 euro, con stop loss a 9,6 euro.

Nella seduta di ieri YNap è stato colpito dalle vendite scendendo al di sotto dei 30 euro. Qual è il suo giudizio su questo titolo?

YNap è stato respinto, dopo il test a quota 30,95 euro, dalla trendline discendente di medio termine. Un movimento che ha portato i corsi ad incrociare al ribasso a 30,1 euro la media mobile a 21 giorni.
Il titolo ieri ha violato anche quota 29,75 euro, dove passa il supporto dinamico ascendente di breve termine. Solo con un ritorno al di sopra di tale soglia si potrebbe assistere ad un'inversione di tendenza, al momento poco probabile visti i volumi superiori alla media dell'ultimo mese che stanno caratterizzando la discesa.

Con conferme sotto i 29,75 euro si guarderà ai 28,75 euro prima e in seguito a 27,3 euro, mentre sopra i 29,75 euro YNap potrebbe tornare a testare la resistenza dinamica discendente a 30,95 euro, per poi salire verso i 32 euro prima e i 33,3 euro in seguito, ma come detto prima questo movimento mi pare poco probabile al momento.