Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

L’indice Ftse Mib è riuscito a superare i precedenti massimi dell’anno, spingendosi poco oltre i 20.000. Come valuta gli ultimi movimenti del mercato? Ritiene siano di buon auspicio per nuovi rialzi?

Alla fine l’indice Ftse Mib ha deciso che il modo migliore per rompere il rettangolo laterale e i massimi dell’anno fosse con un bel gap up per la gloria e così ha fatto!

Ci siamo ritrovati, quindi, da un giorno all’altro ben sopra i 19810 che tanto avevano resistito, con attuale movimento che risulta contenuto all’interno di minimi e massimi della seduta protagonista del gap up, cioè tra 20174 e 19970 punti.

Risulta quindi quasi banale dirvi che per nuovi rialzi sia necessaria una rottura del nuovo massimo sopra 20174 punti, con primo obiettivo in zona 20500 ed eventuale evoluzione positiva verso 20930 e 21180 circa, prima della chiusura del gap down a 21418 punti.

Viceversa, ovviamente, la perdita di 19970 vedrebbe la famosa “chiusura del gap” a 19810 con estensione sul primo supporto giornaliero della media a 12 periodi a 19715 con eventuale estensione in zona 19500 e 19365 sulla media a 24 periodi daily.